Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

2 Dicembre 2016

4 dicembre 2016

4 dicembre 2016

***

Ammazza che domenica de incastro,

er referendum costituzzionale,

er derby, che me sto già a sentì male,

li funerali a Cuba a Fidèl Castro.

***

Esequie, seggio e sfida cor lazziale,

pe seguì tutto ce vò un libbro mastro,

er “Sì” o “No”, la gara co l’impiastro

eppoi in tivvù un occhio ar funerale.

***

Dar “de profundis” p’er leader cubano,

ar voto in più pe la Costituzzione

e la partita p’er feudo romano …

***

… speranno de nun fà mai confusione,

tra addii e vittorie messe in primo piano,

e fà uscì un “Nì” a la tumuLAZZIOne.

***

Stefano Agostino

____________________________

***

  1. Ammazza che domenica de incastro,
    er referendum costituzzionale,
    er derby, che me sto già a sentì male,
    li funerali a Cuba a Fidèl Castro. … (continua)

    Comment by Stefano — 2 Dicembre 2016 @ 05:26
  2. Giornata importante, cruciale. Domenica si capirà che tipo di ambizioni può coltivare la nostra AsRoma in questa stagione!

    Comment by Silvio — 2 Dicembre 2016 @ 12:01
  3. Bon meriggo. Domenica 4 sarebbe ‘na giornata da sarta’ e svejasse de lunedì, come mai propizzio a sorprese dorci o amare. Invece, prima de tutto, ce sta da assorve’er dovere-diritto der cittadino e poi er patema de:”A Roma che strazio si perde ‘a Roma e vince a’ …..”; mejo: “A Roma che aroma se perde ‘a Lazio e vince ‘a Roma”. Du vecchi aritornelli de li tempi de mi nonno.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 2 Dicembre 2016 @ 14:04
  4. Anch’io vorrei che fosse già lunedì. Mamma mia che ansia, speriamo bene, ma ci sono tanti acciaccati nella nostra amata ROMA.
    Buonanotte, spero di dormire.

    Comment by letizia — 2 Dicembre 2016 @ 23:18

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>