Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

25 Febbraio 2020

Carnevale de quest’anno

Carnevale de quest’anno

***

Che triste ch’è quest’anno er Carnevale:

senza coriannoli e stelle filanti,

co pochi bimbi in giro e, tutti quanti,

vestiti come pe un giorno normale.

***

Pe ‘sto coronavirus che dà tanti

penzieri, perché ignoto assai è ‘sto male,

e pe ‘sta gran psicosi generale,

che lentamente sta venenno avanti.

***

Rivojo er Carnevale de l’artr’anni,

co Arlecchini, maghi e Colombine,

e Purcinelli in giro, senza inganni. 

***

Co frappe e castagnole e co manine

de pupi a genitori in artri panni …

co maschere e no co mascherine.

***

Stefano Agostino

________________________

***

  1. Che triste ch’è quest’anno er Carnevale:
    senza coriannoli e stelle filanti,
    co pochi bimbi in giro e ,tutti quanti,
    vestiti come pe un giorno normale. …

    Comment by Stefano — 25 Febbraio 2020 @ 05:22
  2. Quest’anno si festeggia il carnevale non con le maschere, ma con le mascherine!

    Il Pensiero del Giorno è fantastico!
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 25 Febbraio 2020 @ 13:20

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>