Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

8 Agosto 2021

Dar Vangelo der giorno: nun mormorate

Dar Vangelo der giorno: “nun mormorate”

***

“Io sò er Pane che scegne dar Celo”,

disse Gesù e allora li Giudei,

nun solamente scribbi e farisei,

diceveno fra loro: “Che Vangelo?

***

È er fìo de Giuseppe … è da rei

parlà da Fìo de Dio e co ‘sto zelo”,

così Gesù je fece a tutti er pelo:

“Nun mormorate, in quattro cinque o sei.

***

Er Padre m’ha mannato e Io so’ er Fìo,

nisuno viè a Me si nun chiamato

dar Padre mio e l’istruisco Io.

***

Chi ha ascortato er Padre e ha ‘mparato,

così viè a Me, senza avé visto Dio,

chi crede in Lui e in Me verà sarvato”.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. “Io sò er Pane che scegne dar Celo”,
    disse Gesù e allora li Giudei,
    nun solamente scribbi e farisei,
    diceveno fra loro: “Che Vangelo?

    Comment by Stefano — 8 Agosto 2021 @ 06:59
  2. Gesù, prima di morire per salvarci, ci ha lasciato l’Eucaristia, e ci ha mostrato un amore che va fino all’estremo, un amore che non conosce misura.
    Buona Domenica!

    Comment by letizia — 8 Agosto 2021 @ 12:37

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>