Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

20 Ottobre 2021

Ottobbre a Roma

Ottobbre a Roma

***

L’Autunno entra ner pieno der suo clima,

quanno che ariva Ottobbre ar calennario,

da subbito, che tira su er sipario,

è er mese che più ’sta staggione stima.

 ***

Er tempo che se fredda, ma ch’è vario

rigala l’ottobbrate pe fà rima,

colora la natura più de prima,

come un pittore ch’è straordinario.

 ***

Cià quer suo stile, da li primi giorni,

a caratterizzà er suo passaggio,

che unico lo fa tra li ritorni.

 ***

Fin da che se presenta, ar primo assaggio,

a quanno cede er passo a pioggia e storni,

Ottobbre è un quadro e sa de Caravaggio.

***

Stefano Agostino

_______________________

***

  1. L’Autunno entra ner pieno der suo clima,
    quanno che ariva Ottobbre ar calennario,
    da subbito, che tira su er sipario,
    è er mese che più ’sta staggione stima. …

    Comment by Stefano — 20 Ottobre 2021 @ 05:22
  2. Bellissimo sonetto che decanta le famose ottobrate romane!
    “Ottobbre è un quadro e sa de Caravaggio” (il mio pittore preferito!)
    Buona serata.

    Comment by letizia — 20 Ottobre 2021 @ 19:10

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>