Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Nuova edizione,Schegge di vita

13 Novembre 2021

Senza titolo

Senza titolo

***

Dà un titolo nun sempre è appropiato,

così a un sonetto, come a ’na perzona,

basta sortanto che ce se raggiona,

er nome è un quadro ch’è solo abbozzato.

***

Si un titolo più spesso è cosa bona,

p’entrà ner tema e disegnà un tracciato,

a vorte, invece, è quanto mai sbajato,

quanno porta un giudizzio che bastona.

***

Nun è che pò stà tutto dentro a un nome,

anche si è in bella vista o in neretto,

si nun se sanno er quanno, er dove, er come.

***

Chi nun se ferma ar titolo in grassetto

e nun se fida mai de un soprannome,

avrà capito er senzo der sonetto.

***

Stefano Agostino

______________________

***

  1. Dà un titolo nun sempre è appropiato,
    così a un sonetto, come a ’na perzona,
    basta sortanto che ce se raggiona,
    er nome è un quadro ch’è solo abbozzato. …

    Comment by Stefano — 13 Novembre 2021 @ 03:25
  2. E’ proprio vero che a volte si danno nomi e soprannomi a qualcuno che in realtà non conosciamo! Ci vuole poco a sbagliare e ad affibbiare titoli non meritati!
    Buona serata

    Comment by letizia — 13 Novembre 2021 @ 21:19

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>