Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

3 Settembre 2010

Scèrte

scerte

Scèrte

***

La vita è er risurtato de le scerte,

a cui ‘gni giorno semo messi avanti,

da le più sceme a quele più importanti,

è un continuo chiude porte aperte.

**

Pe arcune ce vò appoggio de li santi,

e speciarmente quelle più sofferte,

pe artre, che ce sembreno più certe,

se n’accorgemo poi si danno pianti. 

***

Ma quer che conta è sceje poi un cammino,

quale che sia, pure che sta in salita,

a costo de sbajà o de fà un casino.

***

Che stà a rimugginà tra entrata e uscita

pe la paura de toppà er destino,

è come arinuncià a vive la vita.

***

Stefano Agostino

________________________

  1. Sarve popolo rimettaro, me sa che da regazzini, davanti ar bivio der tifo, avemo fatto ‘na scerta de vita: avemo scerto la strada più ardua, lastricata de delusioni, ma puro più esartante pe ‘gni vittoria duramente conquistata: Si, la via GIALLOROSSA. Er nostro grido c’ha ‘n solo idioma: ” FOOORZAAA ROOOMAAA !!!

    Comment di RomamoR — 3 Settembre 2010 @ 11:27
  2. Molto belle queste parole Stefano, molto vera l’esigenza di arrivare ad una decisione, per quanto sofferta, e di cercare di mantenerla per quanto possibile … ma credo che sia necessario in questo percorso che ci porta ad una scelta fare attenzione ad una cosa importante, ovvero al pericolo enorme che la fretta di superare quel bivio abbia la meglio su quelli che sono i nostri desideri e non ci porti, in realtà, a percorrere una strada che non è quella che davvero sentiamo … che ci allontana dal luogo in cui vorremo tanto andare, anche se questo desiderio magari ci spaventa terribilmente … ed è allora che, presi dalla frenesia, tutta razionale, di dover decidere a tutti i costi e il prima possibile, rischiamo di imboccare una strada che ci porta lontano da ciò che in realtà desideriamo … perchè per sentire davvero ciò che proviamo e verso quale destinazione vogliamo andare, beh è necessario fermarsi, ascoltarsi, provare a sentire le emozioni che riaffiorano dentro di noi e non avere fretta di superare quel bivio … perchè credo che sia proprio questo imporsi di decidere, questo mettere quasi un cronometro al tempo che impieghiamo a scegliere, che ci impedisce di sentire davvero ciò che desideriamo, che soffoca qualunque emozione possa spingerci altrove, verso quel qualcosa che sentiamo di volere, anche se ci spaventa tanto … ed è proprio questo in realtà che ci porterebbe, come scrivi tu, a “rinuncià a vive la vita” …
    Ti abbraccio 😉

    Comment di Luisa — 3 Settembre 2010 @ 11:40
  3. Oh me, oh vita!
    Domande come queste mi perseguitano,
    infiniti cortei d’infedeli,
    città gremite di stolti,
    che vi è di nuovo in tutto questo,
    oh me, oh vita!

    Risposta

    Che tu sei qui,
    che la vita esiste e l’identità.
    Che il potente spettacolo continui,
    e che tu puoi contribuire con un verso.
    Quale sarà il tuo verso!

    Comment di roberto genesis — 3 Settembre 2010 @ 11:41
  4. Il nostro Vate è anche un filosofo: grande Stefano, come hai ragione!

    Comment di letizia — 3 Settembre 2010 @ 11:41
  5. Leggerò il messaggio di apertura del membro della setta Henry David Thoreau.
    Andai nei boschi perché volevo vivere con saggezza e in profondità, succhiando tutto il midollo della vita. Per sbaragliare tutto ciò che non era vita e per non scoprire in punto di morte che non ero vissuto

    Comment di roberto genesis — 3 Settembre 2010 @ 11:41
  6. Carpe Diem. Cogliete l’attimo, ragazzi. Rendete straordinarie le vostre vite.

    Comment di roberto genesis — 3 Settembre 2010 @ 11:42
  7. Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino. Noi Leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana. E la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

    Comment di roberto genesis — 3 Settembre 2010 @ 11:43
  8. Ci teniamo tutti ad essere accettati ma dovete credere che i vostri pensieri siano unici e vostri, anche se ad altri sembrano strani ed impopolari. Come ha detto Frost “due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta, ed è per questo che sono divers

    Comment di roberto genesis — 3 Settembre 2010 @ 11:44
  9. Buongiorno a tutti. Frasi dal film “L’attmo fuggente”, uno dei miei film preferiti in assoluto. Di questi tempi,immersi in questa “monnezza” mediatica, questo film andrebbe proiettato tutte le sere. Penso che migliorerebbe la vita di qualcuno !

    Comment di roberto genesis — 3 Settembre 2010 @ 11:46
  10. Grazie a tutti per gli interventi. Uno speciale ringraziamento a Genesis per averci fatto rivivere dei frammenti di quel film straordinario.

    Comment di Stefano — 3 Settembre 2010 @ 12:06
  11. CAPITANO, MIO CAPITANO!!!!!(stavolta riferito a Stefano).

    Comment di Principessa — 3 Settembre 2010 @ 12:17
  12. Io quel film l’avrò visto una decina di volte … dovrei però imparare ad essere meno razionalista (lo sono anche nel tifo per la Roma, figuriamoci) e a lasciarmi andare a scelte dettate dal cuore!

    Comment di Principessa — 3 Settembre 2010 @ 12:19
  13. La nostra vita è fatta di decisioni, ogni singola azione quotidiana è frutto di una scelta, a volte obbligata, ma per fortuna il più delle volte libera. Alcune di queste scelte non sono affatto facili, l’importante è comunque operarle con la propria testa, senza lasciarsi condizionare da nessuno. Il buon senso, l’esperienza, il sentimento, gli obiettivi che ci si pone, tante variabili influiscono…

    Comment di Silvio — 3 Settembre 2010 @ 13:58
  14. Anche questa po’ esse’ ‘na scerta de come comportasse onestamente ne la vita. Quella de dalla a beve a li tifossi giallorossi. Copio e incollo da la “Signora in Giallorosso”:
    ……” La “gentile concessione” del via libera per l’ingaggio di Marco Borriello da parte dei rossoneri ha reso ancora più idilliaci i rapporti tra Roma e Milan, lo testimoniano anche gli interventi in tal senso del presidente giallorosso Rosella Sensi e del patron del club di via Turati Silvio Berlusconi, in una trattativa chiusa a un prezzo (10 milioni di euro) decisamente concorrenziale.”
    V’aricordate com’ho chiuso er sonetto dedicato a la venuta de Borriello? Era previsto. A l’anima de la bravura de Rosella. Nun ce s’ha da fida mai de l’acque chete; so’ sempre pronte e pugnalatte a le spalle.

    Un… precedente che, secondo sportal.it, potrebbe avere ulteriori risvolti di mercato già a gennaio, anche perché le due società avrebbero già impostato il discorso legato al futuro di Philippe Mexes. Il centrale francese, da sempre nel mirino del Diavolo, potrebbe arrivare alla corte di Allegri nella finestra di riparazione, visto che è in scadenza di contratto a giugno e non ha ancora discusso il rinnovo con la dirigenza capitolina.

    Comment di RomamoR — 3 Settembre 2010 @ 16:47
  15. N’artra scerta de vita a la faccia de l’onestà. Ancora da la “Signora in Giallorosso” in occasione de l’annuncio de l’arivo de Borriello: ….” Mexes ha ancora un anno di contratto e prolungarlo è una nostra priorità. Affronteremo il problema nelle prossime settimane. Mexes non ci lascerà a gennaio. E’ incedibile». Montali ha smentito le voci infondate, secondo le quali nella trattativa per Borriello la Roma ha tentato di inserire il difensore francese. Infine il suo pen siero sulle possibilità della Roma di lot tare per lo scudetto:«Non faccio questo mestiere per partecipare».”…..
    Traditori, ma quanno se ne vanno? Se l’avessero detto subito, chiaro e tondo, ce poteva puro sta, ‘nvece così fa male.

    Comment di RomamoR — 3 Settembre 2010 @ 17:03
  16. Grazie perche’ ci siete sempre!In questo momento di scelte molto importanti per me,il sonetto seguito da i vostri commenti,mi sono sembrati un messaggio diretto al mio cuore.

    Comment di ciumachella73 — 3 Settembre 2010 @ 17:05
  17. Fantastico Stefano! E non aggiungo altro… Genesis? Daje va, me sa che st’anno è stato in vacanza sul Parnaso… GRANDE!!!

    Comment di Luis — 5 Settembre 2010 @ 14:16

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>