Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

23 Agosto 2017

Definizzione de nanoseconno

Definizzione de nanoseconno

***

Definizzione de nanoseconno:

er tempo che stanotte ciò impiegato,

da che me so’ seduto e poi sdrajato

e so’  trasecolato indetr’ar sonno.

***

Ma è anche er tempo che poi è passato

da che me so’ addormito co sprofonno,

a che ho riaperto l’occhi mia da tonno,

e me so’ accorto d’èsseme svejato.

***

 Pe tutto er monno sò passate ore,

pe me un istante meno de un momento, 

che nun se pò fissà ar rallentatore.

***

Bastasse chiude l’occhi, acceso-spento,

riaprilli è avé passato in un bajore, 

er tempo, quanno score triste e lento.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Io c’ho ricordi de trent’anni fa che me sembra ieri… Ehh amici miei, il tempo non perdona, o come dicevano i saggi latini “tempus fugit”!

    Comment by Silvio — 18 Giugno 2012 @ 09:40
  2. Sempre mejo, Stè!!!
    E io che pensavo che nanoseconno voleva dì che un ex premier arrivava secondo alle elezioni… ma parlando de sonni me sa che quello è un sogno 😀

    Comment by Luis — 18 Giugno 2012 @ 11:29
  3. … le giornate sò un mozzico …figurete un un’ora, un minuto e un seconno …

    Comment by Elio Malloni — 18 Giugno 2012 @ 12:34
  4. Definizzione de nanoseconno:
    er tempo che stanotte ciò impiegato,
    da che me so’ seduto e poi sdrajato
    e so’ trasecolato indetr’ar sonno. … (continua)

    Comment by Stefano — 21 Agosto 2017 @ 16:40
  5. Se un’intera notte di sonno la percepisci come un nanosecondo è buon segno, significa che hai riposato bene e che non hai problemi d’insonnia. Ti garantisco che non è piacevole girarsi e rigirarsi di continuo nel letto per le difficoltà ad addormentarsi…

    Comment by Silvio — 23 Agosto 2017 @ 10:05
  6. Un tempo avrei pagato chissà che per dormire otto ore filate, oggi che potrei dormire quanto vorrei, il sonno m’è passato: così è la vita che va vissuta quando è lieta e vola e quando è triste e non passa mai.
    A proposito è un bellissimo sonetto!
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 23 Agosto 2017 @ 10:18
  7. Ah! I bei tempi. Quelli che ‘na bella dormita assomijava ar “nanoseconno”. Ereno li tempi d’e ferie, ché quanno lavoravo er “nanoseconno” era reale, appena ‘na pennichella. Mo me capita er medesimo problema de Letizia. Tutto tra ‘nsonnia e ….. filmati-mentali der passato. A Ste, co li sonetti ce azzecchi sempre.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 23 Agosto 2017 @ 11:49

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>