Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

19 Giugno 2012

La pari dignità

La pari dignità

***

La pari dignità nun s’accontenta

d’èsse sancita in più costituzzioni,

‘ndò fa la fine d’artri paroloni,

co cui ariempì la bocca, virulenta …

***

… de li politicanti e magnaccioni,

che l’hanno condannata a morte lenta,

co lei che mano a mano poi s’è spenta,

tra li soprusi e discriminazzioni.

***

La pari dignità, quela reale,

ariconosce a ‘gni omo quer suo tratto,

misto d’istinto e tempra naturale.

***

E ‘gni individuo, foss’anche er più matto,

aresta quer che è e vale uguale, 

preso così com’è, pe com’è fatto.

***

Stefano Agostino

_________________________

  1. … bella riflessione … tuttà verità sacrosanta …

    Comment di Elio Malloni — 19 Giugno 2012 @ 10:15

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>