Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Poesie romaniste

17 Agosto 2012

Ciao nonno Franco

Ciao nonno Franco

***

Stavorta nun ce sò strofe, né verzi,

in grado de lenì tutto ‘sto pianto,

ch’è sceso su ‘sta Roma e cor suo manto

de gran tristezza a tutti mo cià immerzi.

***

Ma anche in der dolore ce sta er vanto

che tutti ‘st’anni nun andranno perzi

anni d’amore vero e senza scherzi

ché nun pò contené certo ‘sto canto.

***

Quante battaje pe ‘na granne Roma,

quell’urlo ar derby in piedi sopra er banco

e quelo scudo de cui ciài l’aroma.

***

Tra gioje e li dolori er còre, stanco,

cessa de batte, ma mica se doma,

scenne ‘na lacrima, ciao nonno Franco.

***

Stefano Agostino

***

  1. ……..”che tutti ‘st’anni nun andranno perzi”……
    ‘na cosa è certa: quanno hai scritto sto meravijoso sonetto nun sapevi quello che sarebbe successo a causa de ‘na gestione a di poco rovinosa.
    Arimane er ricordo der Grande Franco, perché mo se sta a cambia paggina e è tutta ‘n’antra musica.

    Comment by 'svardo — 18 Agosto 2012 @ 11:06

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>