Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

15 Settembre 2012

Tanti auguri a Te

Tanti Auguri a Te 

***

Bon compreanno (a Roma è compreanno)

ma tanti, tanti, tanti, tanti auguri,

pe oggi e tutti li giorni futuri,

pe quante sò le stelle che ce stanno.

***

Senza più intoppi e senza mai più muri,

te l’auguro, così come veranno,

da viveli ‘gni giorno d’anno in anno,

felici, in pace, stabili e sicuri.

***

E poi de realizzà tutti li sogni,

queli più veri, chiusi ner cassetto,

che in fonno poi se chiameno bisogni.

***

E spero tanto che ‘sto mio sonetto

t’arivi dritto ar còre e nun sbologni

fin quanno te lo tieni stretto ar petto.

***

Stefano Agostino

____________________________ 

  1. Grazie di cuore per il sonetto e per la frase del giorno. Gli auguri più belli che potevo ricevere e che arrivano dritti dritti al cuore…
    Sei semplicemente speciale. Ma questo già lo sapevo da tempo … <3!

    Comment by Luisa — 15 Settembre 2012 @ 09:41
  2. Veramente auguri molto belli, mi associo agli auguri anch’io.

    Comment by letizia — 15 Settembre 2012 @ 11:18
  3. M’associo a l’auguri a sta perzona “speciale” pe Stefano, sicuro che l’auguri, si so’ sinceri, so’ sempre graditi.
    Belli, sonetto e penziero der giorno, carichi d’entusiastico affetto.

    Comment by 'svardo — 15 Settembre 2012 @ 16:15
  4. Auguri Luisa

    Comment by Massimiliano "Bariggio" — 15 Settembre 2012 @ 22:16

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>