Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

14 Ottobre 2012

Domeniche a piedi

Domeniche a piedi

***

C’è er blocco auto a Roma, salutare!

Nun gireno le machine, approfitta!

Ascorteme, te vojo dà ‘na dritta:

sortì e annà a zonzo è più particolare.

***

A piedi, in bici, cor canotto o slitta,

seconno ch’è da neve o ch’è da mare,

ma esci, senza borze, pesi e tare,

e godite ‘sta Roma quann’è zitta.

***

Cammina, pija ossiggeno, respira,

pe un giorno dà un po’ d’aria a li pormoni,

che normalmente co l’aria che tira …

***

… s’ariempieno de smog e inalazzioni,

che fanno bene a l’omo quanno gira

come un cazzotto forte a li cojoni.

***

Stefano Agostino

______________________________

  1. OTTIMO …

    Comment di Elio Malloni — 14 Ottobre 2012 @ 10:38
  2. Il ricordo dell’austerity negli anni settanta: tutti a piedi. Bei tempi!

    Comment di letizia — 14 Ottobre 2012 @ 16:34
  3. Ragazzi: due novità nella barra laterale del sito. Sotto al pensiero del giorno potrete trovare il link degli ultimi commenti postati sul sito e gli “endecasillabi sciolti”, aforismi in rima.

    Comment di Stefano — 14 Ottobre 2012 @ 16:40

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>