Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

A tavola,I sonetti romani

31 Marzo 2013

La colazzione de Pasqua

La colazzione de Pasqua

***

La tavola romana s’allestisce

p’er rito a Pasqua de la colazzione,

ché accanto ar latte e ar solito tazzone,

de ’gni artro bendeddio ce se ’mbandisce.

 ***

L’ovo de cioccolato è tradizzione,

’na fetta de colomba e a chi gradisce

’na corallina fino a che finisce,

co la torta ar formaggio d’occasione.

 ***

La cosa ch’è più dorce e più speciale,

è che raduna tutta la famija,

a magnà assieme, evento eccezionale.

 ***

Ché co ’sta vita a battito de cija,

è tutto un córi-córi generale,

e nun c’è festa mai, manco viggija.

***

Stefano Agostino

____________________

  1. Bello! BUONA PASQUA A TUTTI (anche se è un po’ amara).

    Comment by letizia — 31 Marzo 2013 @ 08:41
  2. Buona Pasqua a tutti i Rimanisti!

    Comment by Pablo BigHorn — 31 Marzo 2013 @ 17:04
  3. Facenno er percorso der “Cammino Neocatecumenale”, ho conosciuto er perché de la simbologia de la colazzione, noi aripetemo a civetta pure dopo ave’ magnato, senza remore, de tutto durante la Quaresima.
    Ortre a l’ova sode, pizze ar formaggio e salame; s’avrebbe da principia’ co l’erbe amare in ricordo der fiele che hanno dato a beve ar Cristo ‘n Croce.

    Comment by 'svardoASR'29 — 2 Aprile 2013 @ 15:36

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>