Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

20 Giugno 2013

Control-alt-canc

CONTROL – ALT – CANC

***

Ciò troppe cose da ridure a icona,

e troppi “file” da mette ner cestino,

programmi aperti poi ce n’ho un casino,

‘na pulizzia der disco è cosa bona.

***

E pe memoria ciò si e no un pennino,

che troppo spesso manco me funziona,

co CONTROL-ALT-CANC poi me cojona

dicennome che sta tutto a puntino.

***

E invece ciò er sistema che se ‘mpalla,

è l’antivirus che nun è aggiornato,

fin quanno me decido a formattalla…

***

… ‘sta testa e er “microchip” che c’è montato,

ne impianto un artro, USB a la spalla,

resetto tutto e so’ un omo rinato. 

***

Stefano Agostino

___________________

  1. Bello! Eh si, ogni tanto il pc va resettato.
    Questo sonetto ha, forse, un significato nascosto?

    Comment by letizia — 20 Giugno 2013 @ 08:30
  2. Letizia, secondo me è una gran bella metafora, dietro ogni versetto potrebbe celarsi uno squarcio di vita. E’ pe questo che Stefano ce piace…..perché unisce la goliardia alla realtà….
    SempreForzaRoma

    Comment by Massimiliano "Bariggio" — 20 Giugno 2013 @ 10:18
  3. Io, arivato a ‘sto punto dell’anno, c’ho proprio bisogno de resettà er sistema, cancellà er superfluo, svotà er cestino, ripulì memoria, disco, annessi e connessi, centrali e periferiche, insomma …staccà tutto!!!

    Comment by Silvio — 20 Giugno 2013 @ 10:32
  4. Finalmente, dopo mesi di piantatura grane e minacce di suicidio oggi mi hanno aggiornato il pc dell’ufficio a WINDOWS 7 e Office 2010!!! 😀 😀

    Comment by principessa — 20 Giugno 2013 @ 12:07
  5. Ciao “princesse”, so’ contento pe te; armeno, se a la prossima cena je la faccio, ciò la speranza de potette arivede. Figurete, si nun te faceveno l’aggiornamento, nun t’avrei più potuta vede’.
    Mai minaccia’ er suicidio, è ‘na cosa pe chi nun spera più.

    Comment by 'svardoASR'29 — 20 Giugno 2013 @ 12:44
  6. Penso che tutti, ‘gni tanto, tenemo bisogno de ‘na resettata. Ammazza, aoh, nun m’aricordo quanno ho fatto l’utima.

    Comment by 'svardoASR'29 — 20 Giugno 2013 @ 12:46
  7. 🙂 anche la Roma dovrebbe fare una bella resettata

    Comment by principessa — 20 Giugno 2013 @ 13:44
  8. Decisamente particolare, non avrei mai e poi mai pensato di prendere spunto dal pc che tra l’altro e’ una cosa che mi fa impazzire. Quando devo usarlo per lavorare, allora arrivano i guai, mi sta antipatico, poi quando torno a casa e lo uso per scrivere qualcosa, be’ per me è semplicemente una macchina da scrivere. Complimenti Stefano, io E mario lo dobbiamo a te se siamo riusciti a fare i sonetti, amggiormente lui, io insisto sulla rima baciata….e’ piu’ femminile, oppure sui versi liberi, quelli che ti arrivano dal cuore e butti giù per non dimenticarli, ma l’importante e’ che abbia trovato il coraggio di pubblicarli per farli leggere anche agli altri.

    Comment by LAURA CUGINI — 29 Giugno 2013 @ 21:38

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>