Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

15 Luglio 2013

Lega…telo

Lega…telo

***

Lui nun voleva offenne, ma rimango

co un po’ de dubbi, rabbia e fantioli:

come nun è un’offesa, Carderoli,

dì a ‘na donna ch’è come un orango?

***

Chissà cos’è pe lei, leghisti sòli,

offesa, si dà de l’orangotango,

è un zuccherino dorce come un mango,

nun s’è mai visto tra equatore e poli.

***

Ma in fonno, ex-ministro de la Lega,

der suo penziero e de chi je va appresso

già è tanto si a me “zero” me ne frega.

***

Me chiedo quanno sta fronte riflesso,

dentr’a ‘no specchio a casa o de bottega,

che animale penza de se stesso…

***

Stefano Agostino

______________________

  1. Solo ricordare che quest’individuo guadagna tanti ma tanti denari pagati da tutti noi, beh mi suscita sentimenti da terrorista…!!!

    Comment di Silvio — 15 Luglio 2013 @ 09:11
  2. Se non si dimette, va cacciato a calci nel sedere da quel maiale che è (chiedo scusa ai maiali a quattro zampe).

    Comment di letizia — 15 Luglio 2013 @ 10:50
  3. Scusate, io direi ch’ha esaggerato co l’orango, co er rischio de fa incacchia’ er paragone. Spero che, noi italiani “meticci”, non adusi a l’emigrazine, popolo di scansafatiche, si riesca a ricordare le offese ricevute.
    Nun amo er sor Carderoli, anzi, però penzo ch’abbia ‘n quarche modo pareggiato i conti.

    Comment di 'svardoASR'29 — 15 Luglio 2013 @ 13:17
  4. A Ste’, se er poste mio è a rischio, libero de bannallo.

    Comment di 'svardoASR'29 — 15 Luglio 2013 @ 13:25
  5. il signor Calderoli (che mi risulta laureato in medicina, esattamente come il ministro Kyenge) è persona detestabile, ma non è stupido come sembra. Oramai l’unico modo rimasto ai leghisti per far parlare di sè è sparare queste caxxate in pubblico, nella speranza che la frase venga riferita a qualche giornalista che poi ci titola i giornali. E’ accaduta la stessa cosa su una frase “casualmente” offensiva detta da quell’altro campione, Borghezio, al parlamento europeo due settimane fa. Poi smentiscono, dicono che è uno scherzo, o sono stati malinterpretati. E intanto vanno in prima pagina e nessuno parla più dei furti milionari che i leghisti hanno fatto alla regione lombardia, usando soldi pubblici per comprare vacanze, case, barche e via rubeggiando. Una settimana fa Bossi ha fatto un discorso politico in una sala deserta. Era ora. L’unico modo per far parlare di loro è caxxeggiare. Il giorno che andranno a casa sarà sempre troppo tardi

    Comment di Pablo BigHorn — 15 Luglio 2013 @ 15:04
  6. Passando a cose più serie, come la vedete la cessione di Marquinhos? Secondo me a 35 mln bisogna darlo via. L’anno prossimo non te li offriranno più.
    Marcos è velocissimo, e faceva bella figura con Zeman, quando la difesa saliva troppo e lui recuperava tre quattro metri all’attaccante lanciato in contropiede, spettacolare, da applausi. Ma quando la difesa è schierata, diventa un normale stopper, inesperto e prono a caxxate come il braccio che ci è costato un rigore contro nel derby. Infatti, con la difesa sistemata da andreazzoli, alzi la mano chi si ricorda un intervento spettacolare di Marcos. Io non lo rammento.
    Certamente è giovane e può migliorare, ma diventa utile e indispensabile solo nelle squadre che attaccano in massa. Con 35 mln possiamo comprare quello che ci serve, due terzini in primis (Maicon secondo me è un ex giocatore, non serve)

    Comment di Pablo BigHorn — 15 Luglio 2013 @ 15:12
  7. Ciao a tutti, sono d’accordo con Grandecorno sia nel suo primo post che nel secondo….o meglio….quasi tutto il secondo. Maicon non penso sia un ex giocatore…bisogna solo vedere quanta fame ha….
    SempreForzaRoma

    Comment di Massimiliano "Bariggio" — 15 Luglio 2013 @ 21:57

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>