Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

31 Luglio 2016

Dar Vangelo der giorno: “er granaio der ricco”

Dar Vangelo der giorno: “er granaio der ricco”

***

Gesù je fece: “C’era un omo ricco,

co un gran raccorto, tanto che ar granaio,

che già ciaveva lui disse lo tajo 

ne faccio un artro ch’è più grande e appicco…

***

li feri der mestiere ar chiodo, o  sbajo?,

e m’ariposo e come ‘no sceicco,

io spenno e spanno e er volo da qui spicco,

e nun lavoro più, me stenno e sdrajo. 

***

De sòrdi ce n’ho tanti in abbonnanza,

pe fà ‘na vita de divertimento,

de carma, de tranquillità e vacanza…

***

Ma propio quela notte un mancamento

e se n’è ito ar che ‘gni sua sostanza

ch’ha accumulato è ita via cor vento”.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. Duice: ma che faticate a fa’? Tanto tutto quà lassate e pò esse’, che manco c’avete chi ve piagne e se gode quello ch’avete lassato.
    Ansai quanti c/c bancari so’ giacenti perché nun c’è più nisuno che li pò reclama’?
    Tremorti voleva fa’ piazza pulita de li conti dormenti pe’ fa’ cassa ar debbito pubblico..

    Comment by 'svardoASR'29 — 4 Agosto 2013 @ 10:29
  2. Buona domenica a tutti.
    Bello il sonetto domenicale! Oggi ci siamo e domani chissà, pertanto conviene vivere attimo per attimo e ringraziare il Signore di quello che abbiamo, senza fare troppi conti.

    Comment by letizia — 4 Agosto 2013 @ 11:20
  3. a proposito di ricchi con la faccia da sceicchi: http://www.ilromanista.it/le-ultime-dai-campi/4758-le-regole-a-misura-di-lotito.html
    Un grazie a Luca Pelosi che ogni tanto rimette a posto ricordi e fatti sparsi…

    Comment by Pablo BigHorn — 4 Agosto 2013 @ 18:01
  4. Scusate il “francesismo”, ma lotito è un emerito stronzo.

    Comment by letizia — 5 Agosto 2013 @ 10:54
  5. Gesù je fece: “C’era un omo ricco,
    co un gran raccorto, tanto che ar granaio,
    che già ciaveva lui disse lo tajo
    ne faccio un artro ch’è più grande e appicco… (continua)

    Comment by Stefano — 30 Luglio 2016 @ 16:27
  6. Quello che Dio ci chiede è la condivisione di ciò che abbiamo in abbondanza con chi non ha nulla. Ed è inutile affannarsi per il domani, non sappiamo cosa ci riserva.
    Buona Domenica!

    Comment by letizia — 31 Luglio 2016 @ 09:36
  7. Bongiorno. Gesù, co sto detto, ce vòle di’ che: a l’Inferno o ar Paradiso, ce annamo gnudi e che quello che avemo accumulato nun ce viene appresso.
    Ok, famo ‘n ragionamento; ce so’ l’eredi che se godeno, appunto, l’erdità, ma te che hai fatto i sacrifici, e magari hai pure rubato, p’accumula’ tanta ricchezza, ormai nun te godi manco ‘a felicità de l’eredi.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 31 Luglio 2016 @ 11:04

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>