Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Poesie romaniste

27 Settembre 2013

27 settembre 1976

27 settembre 1976

 

Francé, nun basta certo ‘sto sonetto,

pe ringrazziatte d’èsse come sei,

campione dentro e fòri a li tornei,

che vale più de ‘gni artro scudetto.

***

Ché Roma co te cià du’ Colossei,

e quinni che ce sta de più perfetto,

da dì pe ripagatte de l’affetto,

che a disegnallo in rima nun potrei.

***

Quello ch’hai dato tu a indossà sta maja,

lo pò sapé sortanto la memoria,

de chi la ama come te in battaja.

***

Chi te dà addosso cerca vanagloria,

nun je va giù, je rode e strilla e raja,

che er nome tuo è già scritto ne la STORIA.

***

Stefano Agostino

***

  1. Bella dedica … ma “raja” a posto de “abbaja”, pe fallo capì a certi soggetti limitati, sarebbe stato più preciso …

    Comment di Elio Malloni — 27 Settembre 2013 @ 08:33
  2. Vero … approvo e modifico.

    Comment di Stefano — 27 Settembre 2013 @ 08:46
  3. Auguri a uno di noi, a un nostro fratello, a uno che sentiamo ormai di famiglia, a una leggenda vivente che ha accompagnato due generazioni calcistiche! Buon compleanno a uno straordinario campione famoso in tutto il pianeta e a un ragazzo timido, sensibile e generoso con i bambini meno fortunati! Felice compleanno al “Calcio”, al più grande che abbia mai vestito la “Sacra Maglia”, all’atleta che ha omaggiato questo sport con un talento cristallino e che ha sempre onorato con orgoglio i nostri gloriosi colori! Auguri Francesco!!!

    Comment di Silvio — 27 Settembre 2013 @ 09:07
  4. AUGURI AR CAPITANO.
    Er rimanente sta ner sonetto e ner commento de Sirvio.
    FORZA ROMA!!!

    Comment di RomamoR AsR '929 — 27 Settembre 2013 @ 09:38
  5. GRANDE CAPITANO, TI AMOOOOO! Auguri per altre battaglie che vincerai sempre, perché nessuno è come TE.

    Comment di letizia — 27 Settembre 2013 @ 11:14
  6. Auguri Capità, 228 di questi giorni! Dopo aver ringraziato il Cielo de avemme fatto nasce Romanista, il secondo ringraziamento è pe esse contemporaneo di Totti. Ma ci rendiamo conto di che culo abbiamo avuto a vederti allo stadio, dal vivo? Tra qualche anno, alla nuova generazionde dei Romanisti non rimarrà che ammirarlo nei filmati youtube

    Comment di Pablo BigHorn — 27 Settembre 2013 @ 14:10

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>