Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

18 Ottobre 2013

Roma nun se tocca

Roma nun se tocca

***

Pe Roma se profileno du’ giorni

tra intoppi, caos e manifestazzioni,

de granne rompimento de cojoni,

come l’arivo a nuvole de storni.

***

Nun vojo sindacà qui le raggioni

de le proteste e der vai via e ritorni,

si sò boni motivi o più contorni,

a un’artra serie de motivazzioni.

***

A me me frega (embè?) solo de Roma,

nessuno se permetta de toccalla,

chi tocca Roma mòre, è già un assioma.

PPP

Perciò chi ha in mente solo de sfioralla,

che se lo stampi in testa e in de ‘st’idioma,

 cambiasse idea, si poi vò ariccontalla.

***

Stefano Agostino

___________________________

  1. Vengo qui tutti i giorni perché trovo un amico e anche oggi ci sei, grazie Stefano!
    Ma perché le manifestazioni (giuste o sbagliate che siano) non se le fanno a casa loro, magari tramite internet.

    Comment by letizia — 18 Ottobre 2013 @ 10:17
  2. Grazie a te, Letizia. Tvb.

    Comment by Stefano — 18 Ottobre 2013 @ 11:44
  3. Siamo la Capitale, città splendida, suggestiva e unica, ma al tempo stesso drammatica in certi giorni… Noi sopportiamo e superiamo tutto! Roma è Roma!

    Comment by Silvio — 18 Ottobre 2013 @ 11:51
  4. A Roma ce sta er Governo e se c’è da protesta’ nun se va dar delegato, se va direttamente dar principale. Fin’a quì la cosa pò esse’ giusta. Me rompe li cosidetti er fatto che poi nun vònno che s’ariconsca che a sta Città je spetta ‘n sovvenzionamento maggiore da parte der Governo. S’ha da ripuli’ tutte le zozzerie che lascieno addietro, ce s’ha da sacrifica’ ne li trasferimenti pe Roma a causa de le deviazzione de i mezzi pubblici e privati, s’ha da sta preoccupati pe le battaje co la polizia, insomma qwuanno vengheno quì a dimostra’, vònno spadroneggia’ Senza ariconosce er danna che fanno. Poi te n’accorgi ch’a maggior mparte so extra comunitari de Africa e Asia, co le donne a testa coperta. Che cavolo ce stanno a dimostra’ contro ‘a TAV? Contro er caro tasse, che loro, clandestini, nun pagheno? Forse hanno preso la mazzetta da i sindacati?
    DOPO AVE’ FATTO LI COMMODI VOPSTRA, LASCIATE PULITOOOOO!!!!

    Comment by 'svardoASR'29 — 18 Ottobre 2013 @ 15:04

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>