Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

22 Ottobre 2013

Urtras pe la vita

Urtras pe la vita

***

Nun perdo la speranza fin’a quanno

nun l’ho spuntata io, anche a ‘sto giro,

finché so’ vivo sì e finché respiro,

nun mollo, manco a costo de fà un danno.

***

Si è quer che vojo o quello a cui io miro,

pure che me ce impicco e me ce addanno,

nun ce rinuncio, manco si me scanno,

e nun ce penzo mica a abbassà er tiro.

***

Sarà la tigna o più ‘na forza dentro,

che me fa “urtras” pe ‘gni cosa ambita,

ma lotto fin’a quanno faccio centro.

***

E pure si me dicheno: “è finita,

je la potevo fà, ma un tempo e entro…”,

ce provo finché Dio me dà ‘sta vita.

***

Stefano Agostino

________________________

  1. E’ una filosofia di vita, una forza interiore profonda, dura e pura, un impulso a non arrendersi mai nonostante le circostanze avverse! Molti millantano di incarnare questa “ideologia”, ma in realtà proprio pochi sono visceralmente “ultras”!!!

    Comment by Silvio — 22 Ottobre 2013 @ 09:09
  2. Mai arrendersi, andare sempre avanti ad ogni costo, pur di raggiungere l’obiettivo prefissato: ma a volte, a metà strada si lascia perdere!

    Comment by letizia — 22 Ottobre 2013 @ 09:31
  3. Sarebbe bello ariva’ come dice Sirvio, ma Letizia è più realista, si, a ‘n certo punto ce s’abbiocca.
    Speramo che nun s’abbiocca ‘a MAGGICA!!!!

    Comment by 'svardoASR'29 — 22 Ottobre 2013 @ 13:01
  4. AOH!!! Er “Corsport” portasse jella: “http://www.pagineromaniste.com/castan-benatia-diffida-asroma/”;
    e stateve zitti, tanto ar Palazzo ce lo sanno, cercamo de nun faje tene’ er fucile puntato. Ce metteno poco, tanto pe divertisse.

    Comment by RomamoR AsR '929 — 22 Ottobre 2013 @ 13:07

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>