Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

16 Novembre 2013

Papà fa 50 anni de lavoro

Papà fa 50 anni de lavoro

***

Papà fa cinquant’anni de lavoro,

ché tanti sò passati da quer giorno,

er sedici novembre, incirca, attorno,

a quer sessantatré che fu anno d’oro.

***

Cinquanta anni e ‘gni ricordo adorno

de brillantini da valé un tesoro,

anche quelli nun degni de l’alloro,

ma inzuccherati a l’eco der ritorno.

***

Cinquanta anni, mica sempre in gita,

pe sostené in du’ spalle ‘na famija,

pure in tempi de magra e de salita.

**

Ma cinquant’anni senza batte cija,

pe mette in fila date a fà ‘na vita

da conzervà come nave in bottija.

***

Stefano Agostino

__________________________________

  1. Non credo siano poi tanti quelli che al crepuscolo di una vita fortunata come la mia abbiano avuto dedicato anche un bel sonetto. Grazie.

    Comment di Laio — 16 Novembre 2013 @ 11:42
  2. Tanti auguri al tuo Papà!

    Comment di letizia — 16 Novembre 2013 @ 11:49
  3. Auguri de bon proseguimento a “Laio”, genitore 1 der mejo poeta romanesco e romanista de mo’.

    Comment di 'svardoASR'29 — 16 Novembre 2013 @ 12:21
  4. Letizia e ‘Svardo, grazie.

    Comment di Stefano — 16 Novembre 2013 @ 12:22
  5. Grazie per gli auguri graditissimi dei tuoi lettori,commentatori e amici.

    Comment di Laio — 16 Novembre 2013 @ 12:28

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>