Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

26 Novembre 2022

Dar Vangelo der giorno: “er padrone de casa cor ladro”

Dar Vangelo der giorno:

“er padrone de casa cor ladro”

***

Gesù j’ariccontò der suo ritorno,

quanno verà ner giorno più propizzio,

p’annacce preparati da l’inizzio

e nun finì a coce indentro ar forno.

***

Quanno ritornerà, mica pe sfizzio,

c’è chi verà portato via de torno,

c’è chi verà lassato e là quer giorno,

se compirà poi er tempo der Giudizzio.

***

Je disse a li discepoli: “Vejate,

ché nun saprete er tempo der soqquadro,

quanno che tornerò e ve preparate …

***

… come potrebbe fà, pe favve un quadro,

chi cià ‘na casa e tiè l’armi puntate,

pe quanno, in piena notte, venghi er ladro”.

***

Stefano Agostino

__________________________________

***

  1. Gesù j’ariccontò der suo ritorno,
    quanno verà ner giorno più propizzio,
    p’annacce preparati da l’inizzio
    e nun finì a coce indentr’ar forno. … (continua)

    Comment by Stefano — 27 Luglio 2016 @ 09:42
  2. Se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, non si farebbe derubare! Perciò, vegliate, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà! Questo è quello che ci dice Gesù! E noi che lo sappiamo, dobbiamo essere sempre pronti!
    Buona serata.

    Comment by letizia — 27 Novembre 2022 @ 18:53

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL