Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

27 Dicembre 2016

Tra Natale e Capodanno

Tra Natale e Capodanno

***

“Lo famo tra Natale e Capodanno”,

lo sento dì, da tutti, da ’na vita,

tra chi vorebbe organizzà un’uscita,

che invece sa, piuttosto, de rimanno.

 ***

Sò giorni che li conti co le dita,

ma un dubbio me tormenta e me ce addanno,

si nun te riesci a véde tutto l’anno,

’sta settimana penzi sia infinita?

 ***

E quanno poi ch’ariva er ventisette,

pe tojete ’st’impiccio e ’sto ber guajo

nun sai manco più tu che scuse mette.

 ***

Nun prenne più ’st’impegni e dacce un tajo

e a chi a ’sti giorni chiede de vedette,

dije de sì, p’er 30 de Febbraio.

***

Stefano Agostino

_________________________________

***

  1. Aoh, ce vedemo? Si, ar tempo der poi e a l’anno d’e bollette;
    oppure:
    Si, quanno Pasqua vie’ de maggio;
    oppure:
    Si,’n giorno che nun piove tanto.
    Tanto modi de di’: forse, chissà.
    Pe’ ‘ncontrasse ce so’ tanti giorni senza sta a spetta’ l’utima settimna de ‘n’anno. Abbasta volello.

    Comment by 'svardoASR'29 — 27 Dicembre 2013 @ 10:58
  2. Io stamattina ho approfittato per onorare scadenze assicurative; mi hanno mangiato più di mezza tredicesima!:(

    Comment by principessa — 27 Dicembre 2013 @ 12:33
  3. A me piacerebbe tanto vedere alcuni amici dei bei tempi ma non si sa perché, rimandiamo sempre. Chissà, dato che il tempo passa inesorabilmente, forse non ci vedremo più….
    Buona giornata a tutti.

    Comment by letizia — 27 Dicembre 2013 @ 13:44
  4. Be’ pe’ dilla tutta anch’io ciavevo ‘n appuntamento co’ l’amichi, dovevamo anna’ a magna’ assieme, Grottaferrata la destinazione…poi ch’è successo…m’anno telefonato ‘n venticinque, aho Lu’ e tutto rimannato, e io domanno ” a quanno”, e loro de’ risposta:” e che ne’ sapevo, ciavemo ancora ‘n anno”.

    Comment by Lucio Hugo Di Lorenzo — 27 Dicembre 2013 @ 14:37
  5. A proposito di amici da rivedere, potremmo fare una bella pizza dopo la Befana?!

    Comment by principessa — 28 Dicembre 2013 @ 10:06
  6. “Lo famo tra Natale e Capodanno”,
    lo sento dì, da tutti, da ’na vita,
    tra chi vorebbe organizzà un’uscita,
    che invece sa, piuttosto, de rimanno.

    Comment by Stefano — 27 Dicembre 2016 @ 09:41
  7. Sono le solite cose che si dicono da chi e a chi non ha voglia di farle! Ma, penso io, che bisogno c’è di dire bugie, basta dirsi AUGURI, no?!
    Buona Giornata!

    e sempre lazziommerda.

    Comment by letizia — 27 Dicembre 2016 @ 12:05
  8. Bongiorno. Buona osservazione, su un modo di comportarsi tra gente che si è ignorata da tempo. Capita anche in incontri occasionali durante l’anno.

    Comment by 'svardoAsR'29 — 27 Dicembre 2016 @ 12:17
  9. Io godo appena me posso scorda’ l’esistenza de li sbiaditi. Non capisco perché dare loro importanza solo a nominarli.

    Comment by Romamor AsR'29 — 27 Dicembre 2016 @ 12:21

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>