Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

24 Novembre 2009

La musica

Tags: , , ,

 musica

La musica

 

Tra tutte l’arti, la più immateriale,

forse pe’ questo è la più sublime,

senza la musica nun ce so’ rime,

è come un magna’ ‘n bianco e senza er sale.

 

In tutti i generi in cui s’esprime,

rintocca l’anima, è celestiale,

pe’ chi ha ‘n bisogno dentro radicale,

de cattura’ emozzioni senza stime.

 

E nun importa quale melodia,

testo o strumento, accordo o pentagramma,

né si è n’assolo o s’è ‘na sinfonia.

 

Quello che conta è fissa’ er fotogramma,

in cui la musica dona armonia,

tra te e er mònno e ogni suo programma.

 

Stefano Agostino

______________________________

  1. Inno alla musica. Sonetto sontuoso caro Stefano, stai affinando un’arte sopraffina. Non vedo l’ora che pubblichi il prossimo libro, non sottovalutare il tuo talento!

    Comment di Silvio — 24 Novembre 2009 @ 10:51
  2. Propio nun ce so’ commwenti perché la musica ce l’avemo tutt’ìntorno a noi. Ogni cosa che se fa’ sprigiona musica. Nun me stgancherò mai de arivide’ er firme: “La musica nel cuore”. In fondo che ce serve p’aggiusta’ ‘na giornata storta? Basta ‘n poco de musica, ‘na melodia e….anima mia tutto passa.

    Comment di ?svardo — 24 Novembre 2009 @ 10:59
  3. Silvio, ‘Svardo, grazie per il vostro contributo, sempre prezioso.

    Comment di Stefano — 24 Novembre 2009 @ 13:43
  4. Vero: quando sono nervosa, metto un CD rilassante e mi passa tutto!

    Comment di Principessa — 26 Novembre 2009 @ 18:28

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>