Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

14 Febbraio 2018

Le Ceneri

Le Ceneri

***

È ’na giornata de raccojimento,

fà in modo de scontà ’na penitenza,

provà a lavasse er panno de coscènza,

co quarche sacrificio e intennimento.

 ***

Pe chi ce crede è più ’na ricorenza,

come pe dije a l’omo: “Abbada! Attento!

Ché su ’sta Tera ce stai ’sto momento,

ma è un attimo che passa e, quinni, penza”.

 ***

’No stimolo pe stà un po’ più in campana

e c’è da diggiunà, pe fallo bene,

che nun è manco poi ’na cosa inzana.

 ***

Sartà ’na vorta sola pranzi o cene,

defatti fa sentì meno lontana,

la gente che ’gni giorno ce s’astiene.

***

Stefano Agostino

______________________________

  1. È ’na giornata de raccojimento,
    fà in modo de scontà ’na penitenza,
    provà a lavasse er panno de coscènza,
    co quarche sacrificio e intennimento. … (continua)

    Comment by Stefano — 5 Marzo 2014 @ 08:08
  2. Si apre la Quaresima, tempo di penitenza in commemorazione della passione di Cristo e in ideale comunione con lo spirito cristiano della povertà, condizione vissuta ogni giorno da gran parte dell’umanità!

    Comment by Silvio — 10 Febbraio 2016 @ 10:40
  3. Bongiorno. Oggi,”Le Ceneri”, inizia il periodo quaresimale. Una vòrta era rispettato da quasi tutti; ora, co’ i tempi moderni, ‘o rispetteno, pe’ forza, solo i tanti poracci, nòvi e d’antica data.

    Comment by 'svardo AsR '929 — 10 Febbraio 2016 @ 11:25
  4. Giornata di preghiera, raccoglimento e digiuno… “che nun è manco poi ’na cosa inzana”.
    Buone Ceneri.

    Comment by letizia — 14 Febbraio 2018 @ 10:41
  5. Astinenza, penitenza, Quaresima.

    Comment by Silvio — 14 Febbraio 2018 @ 12:42

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>