Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

28 Marzo 2014

‘Na scena a cena

‘Na scena a cena

 ***

Io: Vòi ‘na gricia? – Lei: No, nun me sghicia –

 ‘Na carbonara? – No, la linea sgara –

 ‘Na Cacio e Pepe fórze? – Er pepe bara –

L’amatriciana? – No, come la gricia –

***

Du’ spaghi ajo e ojo o ‘na chitara? –

No, grazzie –  Zitta, zitta, micia micia,

‘na puttanesca? – No che me svernicia

cor sugo e dopo assai la pago cara –

***

Co du’ alicette e in più un fiore de zucca? – 

No, nun me piace – e io, pe l’imbarazzo,

 nun vojo inziste più, ché un po’ me stucca.

***

La guardo e fra me e me io penzo, a razzo,

co questa nun se magna, se spilucca…

(ma sai che c’è?) – Er conto, grazzie – (… cazzo!!!)

***

Stefano Agostino

_____________________________

  1. Io: Vòi ‘na gricia? – Lei: No, nun me sghicia –
    ’Na carbonara? – No, la linea sgara –
    ’Na Cacio e Pepe fórze? – Er pepe bara –
    L’amatriciana? – No, come la gricia – … (continua)

    Comment di Stefano — 28 Marzo 2014 @ 08:22
  2. Certo che tristezza portà a cena una così, er problema è che tante, tantissime donne condividono ‘sta linea de penziero…!

    Comment di Silvio — 28 Marzo 2014 @ 08:52
  3. Certo che pò capita’, ma dipenne pure er teritorio ando’ vai a pesca e er genere de pesce che cerchi, magara ‘n’alice. Cerchete ‘n’orata ‘n pò pienotta e er conto, ‘n pò salato, ‘o pagherai a l’urtimo co soddisfazzione.

    Comment di 'svardoASR'29 — 28 Marzo 2014 @ 09:18
  4. Carino questo sonetto, m’ha fatto venire una fame!

    Comment di letizia — 28 Marzo 2014 @ 13:31
  5. Fantastico.
    Stè, sei un mago, una scenetta così la abbiamo vissuta in parecchi, ma l’arte di metterla in rima è tutta tua.
    Ho provato a leggere il sonetto ad alta voce. E’ bellissimo.
    Se fatto a due voci, maschile e femminile, è un pezzo da Zelig.
    Complimenti!

    Comment di Pablo BigHorn — 28 Marzo 2014 @ 17:40
  6. Gajardo il pensiero del giorno.
    Rammento che ai tempi del blog su Il Romanista avevo trovato un bel nome per lo stadio della lansie: il Bernabue

    Comment di Pablo BigHorn — 28 Marzo 2014 @ 17:44

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>