Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2013/14

25 Aprile 2014

Roma – Milan

Roma – Milan: 2-0

***

Grandiosi, no de più, spettacolari,

se vince ancora, e mó è la nona vorta,

fosse sortanto pe mannalla storta,

a zebbre ch’han rubbato come bari.

***

Er primo go’ de Pjanic, co la porta

a inchinasse pe ‘sto Stradivari,

sonato co un’azzione che una pari

nun se riesce a vedé, ma poco importa.

***

Er due a zero è un tocco de Gervigno,

tiro de Totti eppoi respigne Abbiati,

su la respinta, lui ce mette er ghigno.

***

Poi nun ce sò più rischi e né più fiati,

ma ‘na vittoria che va ne lo scrigno,

a infastidì li gobbi e li zebbrati.

***

Stefano Agostino

***

  1. Grandiosi, no de più, spettacolari,
    se vince ancora, e mó è la nona vorta,
    fosse sortanto pe mannalla storta,
    a zebbre ch’han rubbato come bari. … (continua)

    Comment by Stefano — 25 Aprile 2014 @ 22:59
  2. Nun me so’ divertito mai come sta sera. Li primi minuti ho stentato a riconosce ‘a Roma chiusa sterirmente dar Milan. Quanno ‘a Roma s’è sciorta so’ ‘ncominciati li giochi , ‘n campo, c’è stata solo ‘a Roma. Bene tutti co ar centro ‘n grandissimo Pjanic. Credo poco ner Sassuolo, ma hai visto mai….

    Comment by RomamoR AsR '929 — 25 Aprile 2014 @ 23:43
  3. GRANDISSIMA ROMA! SEMPRE FORZA ROMA!

    Comment by letizia — 26 Aprile 2014 @ 08:22

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>