Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

12 Maggio 2019

Dar Vangelo der giorno: “er bon pastore”

Dar Vangelo der giorno: “er bon pastore”

***

Gesù poi je parlò de pecorelle,

che passeno la porta der recinto,

ne l’ascortà la voce che l’istinto

je fa conosce a tutte quante quelle.

***

La voce der pastore, er quale ha spinto

de fòri a pasce er gregge, mai ribbelle,

ché sa chi è e che da artre favelle,

nun viè mai commannato e manco avvinto.

***

Poi spiegò tutto a chi nun lo comprese:

Gesù è la porta ar gregge e quer pastore,

le pecore sò er popolo che attese …

***

… e nun seguì er richiamo truffatore

de ladri e de briganti, ma che intese

la voce de Sarvezza der Signore.

***

Stefano Agostino

________________________________

***

  1. Gesù poi je parlò de pecorelle,
    che passeno la porta der recinto,
    ne l’ascortà la voce che l’istinto
    je fa conosce a tutte quante quelle. … (continua)

    Comment di Stefano — 11 Maggio 2014 @ 08:27
  2. “Il Buon Pastore offre la vita per le sue pecore” e le sue pecore ascoltano la Sua Voce!
    Buona Domenica!

    Comment di maria letizia — 22 Aprile 2018 @ 11:18
  3. Vangelo molto consolante: Gesù non ci lascia mai soli e, se vogliamo restare con lui, nessuno riuscirà a strapparci dalla Sua Mano!
    Buona Domenica!

    Comment di letizia — 12 Maggio 2019 @ 12:49

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>