Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

10 Giugno 2014

Mose … semo rotti er ca

Mose … semo rotti er ca

***

L’Expo nun ce bastava, ce mancava

‘st’artra storiaccia infame de ‘sto MOSE,

tra mille cose italiche scabbrose,

quella che fa venì deppiù la bava.

***

Magnasse li mijardi senza dose,

truccanno appàrti e guai a chi fiatava,

‘na diga de Venezzia che fruttava,

spartenno acque sempre più merdose.

***

 Giro de coruzzione e de tangenti

da fà sembrà così “Mani Pulite”

un gioco tra bambini più innocenti.

***

E ner promette già un giro de vite,

contro corotti, ladri  e delinguenti,

‘sto Stato s’arilecca le ferite.

***

Stefano Agostino

____________________________

  1. L’Expo nun ce bastava, ce mancava
    ‘st’artra storiaccia infame de ‘sto MOSE,
    tra mille cose italiche scabbrose,
    quella che fa venì deppiù la bava. … (continua)

    Comment by Stefano — 10 Giugno 2014 @ 06:52
  2. Ma veramente non se ne può più: ogni giorno ce n’è una!

    Comment by letizia — 10 Giugno 2014 @ 08:43
  3. Avemo da tene’ presente che sti du scandali so’ solo ‘a punta de ‘n’icegerg che cresce dar 1946.

    Comment by 'svardoASR'29 — 10 Giugno 2014 @ 09:24
  4. P.S.: Come ‘n cancro, ha messo radici metastatiche ‘n profondità e sarà mòrto difficile ariusci’ a estirpallo.

    Comment by 'svardoASR'29 — 10 Giugno 2014 @ 09:27
  5. A sti mafiosi corrotti li impiccherei tutti! Senza pieta!

    Comment by Silvio — 10 Giugno 2014 @ 09:40
  6. Come pe tangentopoli, quelli der PD nun sapeveno gniente, ner mentre ereno finanziamenti propio pe loro. Allora era Nordio a Venezia a ‘ndaga’ su le Coop rosse, La còrpa fu solo der tesoriere che s’è ‘mpiccato, perché da Berlinguer a Occhetto e da D’Alema a Bertinotti ignoraveno tutto. La memoria è er difetto de l’italiani ch’hanno seguitato a votalli ne l’Ulivo; PdS, e PD. Da l’antra parte c’èra e c’è FI che ‘nvece dorme da piedi, co le leggi ad personam der capo, oggi condannato co ‘na pena che fa ride’
    li polli. Va a feni’ che er solo capro espiatorio è stato Craxi.

    Comment by 'svardoASR'29 — 10 Giugno 2014 @ 14:10
  7. Renzi dice cacciamo i corrotti e corruttori, ma quanno!? Lui odiato e ‘ndagato a Firenze.

    Comment by 'svardoASR'29 — 10 Giugno 2014 @ 14:13

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>