Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

20 Agosto 2017

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e la cananèa”

Dar Vangelo der giorno: “Gesù e la cananèa”

 ***

Quanno s’avvicinò ‘na cananèa,

je disse: “Abbi pietà de me, Signore,

mi’ fìa è tormentata, Tu sei Amore,

guariscila dar Male, pe nomea”.

***

Gesù, nun j’arispose e co stupore

rivorto a li discepoli in platea,

“Nun è israelita, nun è ebbrea:

solo a quer gregge, Io vengo a fà er Pastore”.

***

E a la donna: “Nun se pò dà ar cane,

er pane pe li fìi, intero o a fette,

invece a fà così, se butta er pane”.

***

E quella: “Cagnolini co cagnette

se magneno l’avanzi e, si arimane,

er pane ito in tera in briciolette”.

***

Gesù, ar sentì quele parole sane, 

disse: “la tua gran Fede fa perfette

le tue richieste, fino a adesso vane”.

***

Stefano Agostino

__________________________________

***

  1. Quanno s’avvicinò ‘na cananèa,
    je disse: “Abbi pietà de me, Signore,
    mi’ fìa è tormentata, Tu sei Amore,
    guariscila dar Male, pe nomea”. … (continua)

    Comment di Stefano — 17 Agosto 2014 @ 09:06
  2. Buona domenica a tutti.
    E’ un Vangelo che ci conforta: siamo tutti figli di Dio!

    Comment di letizia — 17 Agosto 2014 @ 11:41
  3. Dio Onnipotente è il Padre di tutti gli uomini a qualsiasi razza o credo appartengano, ma anche degli assassini?

    Forza Roma, dammi tre punti!
    Buona Domenica.

    Comment di letizia — 20 Agosto 2017 @ 11:12
  4. Si Letizia, lo è stato anche di Caino, ma lo ha punito. Cristo è stato messo in Croce con due ladroni, assassini e li ha perdonati.

    Comment di 'svardo AsR'29 — 20 Agosto 2017 @ 14:23

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>