Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

1 Settembre 2014

Lunedì, primo settembre

Lunedì, primo settembre

***

Er primo de settembre, normarmente,

è brutto già de suo, ché c’è er rientro,

la fine de le ferie, e nun m’addentro,

ma ‘gni anno cià ‘sto tratto ricorente.

***

Poi, quann’è lunedì ha fatto centro,

ar centro de lo schifo più indecente,

nun trovo un giorno peggio, anche si a mente,

provo a penzacce bene e me concentro.

***

Ché tocca fà ‘no sforzo micidiale

a fà ‘na faccia alegra e annà a lavoro

ch’è meno mascherato Carnevale.

***

Poi penzo ch’er lavoro, a oggi, è oro,

è lunedì, primo settembre uguale,

ma è meno nero e, piano, lo scoloro.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Er primo de settembre, normarmente,
    è brutto perché sa già de rientro,
    de fine de le ferie, è triste dentro,
    e ‘gni anno cià ‘sto tratto ricorente. … (continua)

    Comment di Stefano — 1 Settembre 2014 @ 05:50
  2. Armeno c’è da riconsolasse cor tempo che nun fa rimpiagne d’ave’ finite le vacanze. Brutto durante le vacanze, brutto a la ripresa der lavoro…..pe chi ce l’ha.
    BON MESE DE SETTEMBRE A TUTTI

    Comment di 'svardoASR'29 — 1 Settembre 2014 @ 09:00
  3. E’ il mese che ha visto la mia nascita: pertanto mi piace.
    Buon mese a tutti!

    Comment di letizia — 1 Settembre 2014 @ 16:21
  4. Leti’ dicce er giorno e te ‘mbriacamo d’auguri.

    Comment di 'svardoASR'29 — 1 Settembre 2014 @ 17:23

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>