Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

8 Settembre 2014

8 settembre – Festa de la Natività de Maria

8 settembre – Festa de la Natività de Maria

***

Aringrazziamo Dio pe ‘sto regalo,

d’avecce dato Te, Mamma celeste,

Tu che j’hai detto: “Sì”, senza proteste,

Madre de Chi, “libera nos a malo“.

***

‘Na Mamma in Cèlo, eternamente teste

de Grazzia e Amore, ‘ndò poté fà scalo,

p’annà a parlà co Dio e come un palo

cui aggrappasse in mezzo a le tempeste.

***

L’otto settembre è er Tuo de compleanno,

chissà, pe lavorà de fantasia,

su in Cèlo che gran festa che Te fanno.

***

Qui in Tera nun ciavemo un’artra via,

che nun sia dedicatte, senza inganno,

“Sarve Reggina” e orà l’AVE MARIA. 

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Aringrazziamo Dio pe ‘sto regalo,
    d’avecce dato Te, Mamma celeste,
    Tu che j’hai detto: “Sì”, senza proteste,
    Madre de Chi, “libera nos a malo“. … (continua)

    Comment di Stefano — 8 Settembre 2014 @ 08:24
  2. Anche oggi bellissimi versi per la Madre Celeste, che non ci abbandona mai!

    Comment di letizia — 8 Settembre 2014 @ 13:07
  3. Oggi è la giusta giornata, per pregare la Santa Madre affinchè cessì l’accanimento fondamentalista contro i cristiani. Pensare che Lei è amata anche dai mussulmani.

    Comment di 'svardoASR'29 — 8 Settembre 2014 @ 17:42

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>