Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

4 Dicembre 2014

Paese de purcinella

Paese de purcinella

***

In de un Paese un poco più normale,

uno ch’ha fatto quer famoso “inchino”

a l’Isola der Gijo, ‘no Schettino,

starebbe ar manicomio criminale.

***

In de ‘sta patria fatta pe Arlecchino,

diventa un perzonaggio, e in Tribbunale

già pare guasi eroico, micidiale,

dopo ch’ha combinato quer casino.

***

E se permette pure certe uscite,

guasi a pià p’er culo li poracci

che grazzie a quele sue manovre ardite …

***

… sò iti ar cimitero … e, apoteosi,

che solo in ‘sto Paese de pajacci,

mó annerà a “L’isola dei famosi”.

***

Stefano Agostino

_________________________________

***

  1. In de un Paese un poco più normale,
    uno ch’ha fatto quer famoso “inchino”
    a l’Isola der Gijio, ‘no Schettino,
    starebbe ar manicomio criminale. … (continua)

    Comment by Stefano — 4 Dicembre 2014 @ 05:55
  2. A questa specie di “uomo” non si dovrebbe fare neppure il processo (che, oltretutto ci costa), andrebbe messo in galera punto e basta.

    Comment by letizia — 4 Dicembre 2014 @ 09:59
  3. Dal mio punto di vista considero reato anche mandare in onda una trasmissione come “L’isola dei famosi” e quelle di target simili, li condannerei tutti a… lavorare, e guadagnarsi da vivere giorno dopo giorno con fatica e sudore, come tutti noi!

    Comment by Silvio — 4 Dicembre 2014 @ 11:13

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>