Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

31 Gennaio 2023

Li giorni de la merla

Li giorni de la merla

***

Se dice de ’sti giorni che ’na merla,

in lotta contro er gelo de Gennaio,

se rintanò in attesa de Febbraio,

niscosta ‘ndentro ar centro de ’na gerla.

*** 

Boiaccia, era un comignolo! Che guaio!

Quanno sortì fu peggio de ’na sberla:

da ch’era entrata tinta griggio-perla,

mó era de un neraccio carbonaio.

*** 

Così Gennaio poi s’è allungato,

logranno ar mese dopo, a fàllo corto,

un par de giorni interi j’ha rubbato.

*** 

Quest’è er racconto, pure un po’ contorto,

pe dì che pe combatte contr’er Fato,

più t’annisconni, più te dice storto.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. Se dice de ’sti giorni che ’na merla,
    in lotta contro er gelo de Gennaio,
    se rintanò in attesa de Febbraio,
    niscosta ‘ndentro ar centro de ’na gerla. …

    Comment by Stefano — 29 Gennaio 2022 @ 07:42
  2. I merli, per sopravvivere al freddo, furono costretti a rintanarsi nei camini delle case. Lì, il calduccio li riscaldò e permise loro di resistere a quelle temperature gelide, ma la fuliggine del camino li coprì rendendoli per sempre neri.
    Le leggende mi sono sempre piaciute!
    Buona serata.

    Comment by letizia — 31 Gennaio 2023 @ 19:57

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL