Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2012/13

31 Gennaio 2015

Roma – Empoli

Roma – Empoli: 1-1

***

Così nun va, inutile annisconne

la testa in de la sabbia ch’è da struzzi,

e nun me cojonà ché m’arintuzzi

co storie che aricconteno le nonne.

***

Perché ‘sto pari in casa, senza spruzzi,

co ‘st’ommini che in campo ciànno gonne,

anzi magara, ché un sacco de donne

ciànno più tempra de ‘sti quattro truzzi.

***

Nun c’è più quela smania de vittoria

nun ce sta più la tigna e né la grinta

e nun se vince, ma se fa cicoria.

***

È come si mancasse quela spinta

che c’era l’anno scorzo e qui la storia

se sta a annerì, da ch’era variopinta.

***

Stefano Agostino

***

  1. Così nun va, inutile annisconne
    la testa in de la sabbia ch’è da struzzi,
    e nun me cojonà ché m’arintuzzi
    co storie che aricconteno le nonne. … (continua)

    Comment by Stefano — 31 Gennaio 2015 @ 23:57
  2. Moriremo di pareggite acuta. Brutta partita, squadra senza attributi: il secondo posto è più che mai a rischio.
    SEMPRE FORZA ROMA.

    Comment by letizia — 1 Febbraio 2015 @ 00:08
  3. Daje Roma Daje. Continueno l’infortuni, l’ammonizzioni e le squalifiche. Cantamo sempre ROMA ROMA ROMA de Venditti. Cominciamo a canta co’ Bobby Solo: “nun c’è più gniente da fareeeee, è stato bello sognareeee………”.
    Arimane solo ‘na verità: quella che essenno romanisti avemo da soffri’. Daje che nun è morto nisuno. C’ariprovamo er prossimo anno co’ tutte ‘e talentuose speranze comprate da Sabatini e che, appounto, so’ speranze.
    DAJE ROMA DAJE …..ma che frega, ma che ce ‘mporta.

    Comment by RomamoR AsR '929 — 1 Febbraio 2015 @ 01:02
  4. eppure si tratta degli stessi giocatori che hanno asfaltato il CSKA all’Olimpico, ridicolizzato la Rubentus a Torino, l’Inter a Roma… Secondo me è una questione di testa. La squadra ha paura di sbagliare il passaggio, di giocare di prima, e allora il gioco diventa lento, banale, tanti passaggi indietro: se i giocatori hanno paura non si divertono, e se non si divertono giocano male e raccolgono cicoria.
    Il problema di testa è segnato da due eventi: la botta col Bayern e la mazzata dell’arbitro a torino, quasi a dire: “nun ve sforzate, tanto nun vincerete”.
    Adesso tocca all’allenatore lavorare sulla testa, e speriamo ci riesca in fretta, altrimenti nemmeno secondi arriviamo

    Comment by Pablo bighorn — 1 Febbraio 2015 @ 12:22

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>