Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

4 Febbraio 2018

Dar Vangelo der giorno: “la socera de Pietro”

Dar Vangelo der giorno: “la socera de Pietro”

***

Gesù, inzieme co Giacomo e Giovanni,

annò da Pietro e dar fratello Andrea,

‘ndó c’era a casa, co la febbre rea,

la socera de Pietro a sudà panni.

***

Gesù, de cui se sparze la nomea,

la vide e je curò tutti l’affanni,

la febbre la lassò, lei, senza inganni,

prese a servì quell’ospiti che avea.

***

Così che venne a Lui un sacco de gente,

malata e indemognata, ma sicura,

d’annà a guarì dar morbo, immantinente.

***

Fin’ar matino dopo quanno: “È  dura”,

disse lassanno er popolo accorente,

“ma devo portà a artri la Mia cura”.

***

 Stefano Agostino

____________________________

***

  1. Gesù, inzieme a Giacomo e Giovanni,
    annò da Pietro e dar fratello Andrea,
    ‘ndó c’era a casa, co la febbre rea,
    la socera de Pietro a sudà panni. … (continua)

    Comment di Stefano — 8 Febbraio 2015 @ 08:15
  2. E’ bellissimo!
    E’ Gesù la cura di tutti i mali, affidiamoci a Lui!

    Comment di letizia — 8 Febbraio 2015 @ 12:53
  3. Buona Domenica a tutti!

    Comment di letizia — 4 Febbraio 2018 @ 12:17

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>