Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

17 Marzo 2019

Dar Vangelo der giorno: “la Trasfigurazzione

Dar Vangelo der giorno: “la Trasfigurazzione”

***

Gesù, co Pietro, Giacomo e Giovanni,

salì sur monte Tabor, quanno a un tratto,

er vórto Suo, come da luce ratto,

s’accese inzieme a l’abbiti e a li panni.

***

E a quer punto, in quer momento esatto,

apparzero Mosè e Elia, du’ granni,

pe chiacchierà co Lui, un tempo senz’anni,

’na nube l’attorniò e detto, fatto …

 ***

… da lei sortì ’na voce, e era de Dio,

che disse: “In Lui, Io me so’ compiaciuto,

dateje ascorto, ché questi è er Mi’ Fìo”.

***

Tutto scomparve eppoi, un attimo muto,

Gesù fece: “Finché ce sto qui Io,

nun riccontate de quant’è accaduto”.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Gesù, co Pietro, Giacomo e Giovanni,
    salì sur monte Tabor, quanno a un tratto,
    er vórto Suo, come da luce ratto,
    s’accese inzieme a l’abbiti e a li panni. … (continua)

    Comment di Stefano — 1 Marzo 2015 @ 07:45
  2. SECONNO ANNUNCIO DE LA PASSIONE
    (Mt. Mc. Lu.)
    “Me riccomanno a voi. De sta visione
    nun dovete psarlanne co’ nessuno,
    fino ar momento che sarà opportuno,
    quanno vedrete, doppo la Passione,

    veni’ la Morte e la Resurezione”.
    Li discepoli dissero: “Quarcuno
    de li Scribbi pretenne che c’è uno,
    Elia, che prima ha da veni’ in missione”.

    “E’ vero!”, Gesù disse, “è già venuto
    Elia (voleva di’ Giovanni) e intanto
    ‘sta gente pazza, qui, nun l’ha voluto

    riconosce e j’ha dato lutto e pianto.
    Così ar fijo deDio nun j’ha creduto
    e lo faranno tribbola’ artrettanto.
    ………….
    Da “Er Vangelo seconno noantri”
    Bartolomeo Rossetti.

    Comment di 'svardo AsR'29 — 6 Agosto 2016 @ 16:31
  3. Per un attimo i tre discepoli hanno intravisto la vera natura di Gesù:dev’essere stato qualcosa di terribile e meraviglioso!
    qualcosa che vedremo anche noi quando sarà giunto il momento!
    Buona Domenica.

    Comment di letizia — 25 Febbraio 2018 @ 10:55
  4. Chissà quanti, degli esseri umani vissuti e viventi, presente e futuro, potranno godere della visione vissuta da Pietro, Giacomo e Giovanni? Purtroppo saremo e saranno sempre di meno. La modernità e il prograsso ci fanno dimenticare la retta via della vita nel Signore.

    Comment di 'svardo — 25 Febbraio 2018 @ 17:43
  5. Nel Vangelo di oggi ci viene manifestata la condizione della vita futura nel Regno della gloria! Crediamo in Dio ed ascoltiamo Gesù!
    Buona Domenica.

    Comment di letizia — 17 Marzo 2019 @ 13:54

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>