Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Tempi d'oggi

15 Giugno 2015

Europa quanno je pare

Europa quanno je pare

***

Bello ‘sto fatto che semo l’Europa

sortanto quanno c’è da pagà pegno,

sott’a la Merkel e ar suo infinito regno,

stà zitti e pippa e tutti fanno scopa.

***

Ma quanno tocca a noi cambià er disegno,

vedi co li migranti, manco un’Opa

è tanto complicata, e ce se dopa

pur de trovà ‘na scusa a fà sostegno …

***

… ar fatto che l’Europa è sì un’Unione,

ma solo pe quer cazzo che je pare,

pe tutto er resto ‘gnuno è ‘na nazzione.

***

“E li migranti?” – “L’aribbutti ar mare!”

Risponneno. … E si fusse l’occasione,

pe uscicce da ‘st’Europa in malaffare?

***

 Stefano Agostino

_______________________________

***

  1. Bello ‘sto fatto che noi semo Europa
    sortanto quanno c’è da pagà pegno,
    sott’a la Merkel e ar suo infinito regno,
    stà zitti e pippa e tutti fanno scopa. … (continua)

    Comment di Stefano — 15 Giugno 2015 @ 08:33
  2. Semo stati li primi fautori de st’Europa Unita ma, a causa de governati ‘ncapaci, semo rimasti l’urtima ròta der caro. Propio quelli se fanno vanto d’ave’ libberata l’Itaglia mo so’ quelli che la stanno a affossa’: quer miscujio de ex communisti, pendenti a destra,frammisto a ex democristi, che mo se chiama PD.
    Er penziero der giorno fotografa ‘a situazzione d’a ASROMA.

    Comment di 'svardoASR'29 — 15 Giugno 2015 @ 10:37
  3. Oggi è lunedì e, come se non bastasse, il cielo è grigio, piove e l’Europa ci molla, per cui forse è meglio rimettersi a dormire.
    Buona giornata (se possibile)!

    Comment di letizia — 15 Giugno 2015 @ 11:11
  4. Ciao Leti’, sogni d’oro. Penza ‘n positivo, eviti l’incubi.

    Comment di 'svardoASR'29 — 15 Giugno 2015 @ 17:35

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>