Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

2 Settembre 2017

Er due settembre

Er due settembre

***

Er due settembre è guasi uguale ar primo

e nun a caso infatti è Sant’Elpidio,

un nome ch’assomija un tanto a Egidio,

armeno ne la rima in cui l’esprimo.

***

E come l’uno, infatti, dà fastidio

aritornà ar tran-tran che poco stimo

lo sgobbo che m’azzitta come un mimo

… chissà si er 3 a ‘sto punto è Sant’Emidio?

***

 Ma è due settembre e basta lamentasse,

sona la sveja e pure cor riggetto

c’è poco in più da fà, sinnò che arzasse.

***

‘Na doccia e un temporeggio ar gabbinetto,

quer tanto necessario a sistemasse …

pe guardà l’ora e arificcasse a letto!

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Er due settembre è guasi uguale ar primo
    e nun a caso infatti è Sant’Elpidio,
    un nome ch’assomija un tanto a Egidio,
    armeno ne la rima in cui l’esprimo. … (continua)

    Comment by Stefano — 2 Settembre 2015 @ 08:12
  2. Guerrieri dalla mente fredda e dal sangue caldo: così va affrontata questa quotidianità che vuole schiacciarti, piegarti, abrutirti!

    Comment by Silvio — 2 Settembre 2015 @ 10:39
  3. Bon resto de giornata, a lo stanco Poeta e a tutti i commentatori (pochi).
    Se l’estensore de sta rima, tie’ ‘a possibbiltà de rimettesse ‘ntra le pezze, se vede che j’è arimasto ‘no spicciolo de ferie. Si è così …. GODETELE.

    Comment by 'svardoASR'29 — 2 Settembre 2015 @ 14:39
  4. Carino il sonetto al 2 settembre: non è mai stato fatto! Caro Stefano sei il primo a farlo!
    Buona serata!

    Comment by letizia — 2 Settembre 2017 @ 17:58

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>