Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

7 Novembre 2021

Dar Vangelo der giorno: “la vedova ner Tempio”

Dar Vangelo der giorno: “la vedova ner Tempio”

***

Gesù, ner tempio, dava inzegnamenti:

“Guardateve da scribbi in pompa magna,

co lunghe vesti, a ostentà cuccagna,

sempre li primi a li ricevimenti.

***

Divoreno le vedove in migragna

e pregheno così che tu li senti,

a seguità ‘sto passo, state attenti,

finischeno in eterno ‘ndó c’è lagna”.

***

Poi se guardò er tesoro e vide gente

che ce buttava un sacco de monete,

‘na vedovella, un sòrdo solamente.

***

Chiamò li sua e disse: “Bè, vedete,

‘sta pora donna ha dato quer suo gnente,

ma è tutto quer che cià … arifrettete!”

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Gesù, ner tempio, dava inzegnamenti:
    “Guardateve da scribbi in pompa magna,
    co lunghe vesti, a ostentà cuccagna,
    sempre li primi a li ricevimenti. … (continua)

    Comment by Stefano — 8 Novembre 2015 @ 08:33
  2. “Ama il prossimo tuo come te stesso” è il più grande comandamento! e chi ama il suo prossimo ama Dio.
    Buon pomeriggio!

    Comment by letizia — 11 Novembre 2018 @ 18:18
  3. I ricchi, entrando nel tempio danno con grande ostentazione una parte del loro superfluo, mentre la vedova, con grande umiltà, da «tutto di quanto aveva per vivere» Per questo, dice Gesù, lei ha dato più di tutti.
    Buona Domenica

    Comment by letizia — 7 Novembre 2021 @ 19:44

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>