Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

29 Novembre 2015

Dar Vangelo der giorno: “quann’aritornerà”

Dar Vangelo der giorno: “quann’aritornerà”

***

“Segni ner Sole e tra la luna e stelle,

potenze in Cèlo e Tera, capovorte,

precederanno la Gloriosa sorte

der Suo ritorno pe l’anime belle, …

***

che nun ciavranno da temé, ma accorte

dovranno da stà come sentinelle,

quer giorno, arzanno teste e capoccelle,

avranno, grazzie a Lui, vinto la morte”.

***

Gesù così je disse: “E state attenti

a avé li còri nun appesantiti,

da affanni de la vita e impedimenti.

***

Preganno, voi, a Me sarete uniti,

e nun ve toccheranno li tormenti

de l’ommini che troverò addormiti”.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. “Segni ner Sole e tra la luna e stelle,
    potenze in Cèlo e Tera, capovorte,
    precederanno la Gloriosa sorte
    der Suo ritorno pe l’anime belle, … (continua)

    Comment by Stefano — 29 Novembre 2015 @ 08:31
  2. Venga il Tuo Regno di Pace e Giustizia, Signore!
    Buona Domenica-

    Comment by letizia — 29 Novembre 2015 @ 15:40
  3. Stamose attenti, quanno ariverà quer tempo, nun ce saranno tanti avvertimenti, nun sarà manco tanto lontano. Verà a mette”n confusione li nemici e sarà ‘a fine der monno e er principio der Suo Regno.
    Però nun me pijate pe’ visionario, nun m’o ‘nvento io …. sta scritto.

    Comment by 'svardo AsR '929 — 29 Novembre 2015 @ 19:09

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>