Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

21 Marzo 2016

Le sette bellezze

Le sette bellezze

***

Sette ragazze unite e ormai sorelle

de un destino infame, quanto amaro,

sette sorisi de ‘na vita ar varo

de navi come tante Caravelle.

***

Sette li sguardi de un profonno raro

accesi da quattordici fiammelle,

sette compagne, tutte e sette belle,

volate via Lassù a cercà riparo.

***

Nun date retta a chi ve piagne a rito,

abbituato, finto mestierante,

a piagne quanno che vole er partito.

***

Guardate a ‘gni artra lacrima sprezzante,

che scegne sopr’ar viso ammutolito

  de chi ve vede tutte e sette sante.

***

Stefano Agostino

______________________________

***

  1. Sette ragazze unite e ormai sorelle
    de un destino infame, quanto amaro,
    sette sorisi, de ‘na vita ar varo,
    de navi come tante Caravelle. … (continua)

    Comment di Stefano — 21 Marzo 2016 @ 22:04
  2. Triste giorno, commemorare lo strappo alla vita di queste povere ragazze, non solo per le nostre connazionali, anche per le altre e per quelle che ancora sono sospese. Un pensiero a loro e alla sofferenza dei loro congiunti. Una requie! Riposino in pace.

    Comment di 'svardo AsR '929 — 22 Marzo 2016 @ 08:44
  3. C’è in me tristezza e commozione nel piangere questi tredici angeli strappati così violentemente alla vita! Sono genitore anch’io e posso solo lontanamente intuire il dolore delle famiglie colpite dalla tragedia in Catalogna!

    Comment di Silvio — 22 Marzo 2016 @ 09:31
  4. Povere figlie di famiglie distrutte dal dolore. Il Signore le ha accolte nella Sua Pace! Una preghiera.

    Comment di letizia — 22 Marzo 2016 @ 09:51

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>