Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

26 Aprile 2017

Potenza de un “bongiorno”

Potenza de un “bongiorno”

***

A vorte basta un semprice “bongiorno”

magara co un appoggio de un soriso,

pe scallà er còre a un tratto a l’improviso

come si dentr’ar petto avessi un forno.

***

Cià propietà de fà distenne er viso,

quela parola sola e de ritorno

t’abbraccica ché tutto quanto attorno

da storto s’ariaddrizza su preciso.

***

Dipenne da chi viè e in quar momento,

ma tanto se pò dà co ‘na parola,

che nun se riesce a portà via cor vento.

***

“Bongiorno”, abbasta già così da sola

a accenne quer che ancora avevo spento

e ‘sta giornata pìa la pista e vola.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. A vorte basta un semprice “bongiorno”
    magara co un appoggio de un soriso,
    pe scallà er còre a un tratto a l’improviso
    come si dentr’ar petto avessi un forno. … (continua)

    Comment by Stefano — 4 Gennaio 2017 @ 09:44
  2. Bongiorno! Si, nun è solo na parola, è un tutt’uno che riepie er proseguo d’a giornata, spece si splenne er sole.

    Comment by 'svardo AsR'29 — 4 Gennaio 2017 @ 10:04
  3. E’ proprio vero e perciò dico Buongiorno e che sia veramente un giorno buono, per tutti!

    Comment by letizia — 4 Gennaio 2017 @ 10:17
  4. Bongiorno a tuttiii e bon cappuccino e cornetto!!!!!!

    Comment by 'svardo AsR'29 — 26 Aprile 2017 @ 09:23
  5. Buongiorno. Oggi giornata speciale per i romanisti: vi presentano i scarpini dedicati al Capitano. Nun mancate, accorrete numerosi.
    Li calzerà nel derby?

    Comment by Romamor AsR'29 — 26 Aprile 2017 @ 09:32
  6. Buongiorno e Buona Giornata piena di sorrisi!

    Comment by letizia — 26 Aprile 2017 @ 09:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>