Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

27 Aprile 2017

Si fusse tutto facile

Si fusse tutto facile

***

Si fusse tutto facile a ‘sto monno,

senza probbremi mai, tutto spianato,

pe quanto è un desiderio sospirato

de quelli che se sogneno ner sonno,

***

sarebbe un monno anche un po’ scontato,

tra er piatto e er liscio, senza cima e fonno,

vette e montagne d’affrontà che vonno

pur dì “VITTORIA” si er monte è scalato.

***

Sò parte de la vita li penzieri

li scoji da passà, guai e lamenti,

e giorni griggi, quanno nun sò neri.

***

Ma si oggi hai superato li momenti,

che ereno montagne fin’a ieri

quelli de mó, domani nun li senti.

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Si fusse tutto facile a ‘sto monno,
    senza probbremi mai, tutto spianato,
    pe quanto è un desiderio sospirato
    de quelli che se sogneno ner sonno, … (continua)

    Comment by Stefano — 27 Aprile 2017 @ 08:38

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>