Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

16 agosto 2018

Er Disegno

Er Disegno

***

Quanno che incontri Dio sur tuo cammino,

li sceje Lui li tempi e li momenti,

dar giorno esatto che lo sperimenti,

t’accorgi de che senzo dà er divino.

***

La vita da che era accadimenti

in serie, ma a seconna der matino,

diventa lo sviluppo de un “Destino”,

che cià precisi e chiari intennimenti.

***

Er frutto der Disegno che ha penzato

er Padre modellato su de noi,

ner giorno senza tempo in cui ha creato.

***

Sta a te de certo tratteggiallo poi,

libbero de contà su Fede o Fato,

pe colorà er Disegno come vòi.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. Quanno che incontri Dio sur tuo cammino,
    li sceje Lui li tempi e li momenti,
    dar giorno esatto che lo sperimenti,
    t’accorgi de che senzo dà er divino. … (continua)

    Comment by Stefano — 11 maggio 2017 @ 08:47
  2. La metafora del Disegno divino che più mi piace è quella della tessitura di un tappeto: noi uomini ne vediamo solo la parte inferiore, senza capirne trame e motivi, senza intuirne alcuna rappresentazione grafica. Il vero disegno è dall’altra parte, solo lì è infatti possibile ammirare chiaramente tutta la sua bellezza e complessità, raffigurazioni, colori, tratteggi e sfumature!

    Comment by Silvio — 11 maggio 2017 @ 10:01
  3. Caro Stefano, il Disegno di Dio per te è stato quello di farti Poeta e, ovviamente, Gli è riuscito benissimo! Questo sonetto è superlativo e il commento di Silvio è fantastico. Bravi ambedue.
    Buona Giornata.

    Comment by letizia — 11 maggio 2017 @ 10:45
  4. Buongiorno. Belle fresi per confermare l’intendimento del Creatore. Lui ci ha plasmati in un unico modo, poi sta a noi seguire la giusta strada.

    Comment by 'svardo — 20 febbraio 2018 @ 08:46
  5. Il nostro destino finale è quello di ricongiungerci tutti con Colui che ci ha creato, ma siamo noi a scegliere liberamente la strada da seguire!
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 20 febbraio 2018 @ 09:43
  6. Magistrale composizione, piena di luce. Pennellate d’autore per definire la coesistenza del disegno del Signore e libero arbitrio. Mi ricorda un mio carissimo amico che definisce le coincidenze “Diocidenze”, spiegando in questo modo la divina provvidenza.

    Comment by Silvio — 20 febbraio 2018 @ 10:25

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>