Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

26 Agosto 2017

E ce mancava giusto Polifemo

E ce mancava giusto Polifemo

***

E ce mancava giusto Polifemo,

l’ennesimo anticiclone estivo,

tremenno armeno pari a quer cattivo

Lucifero de inizzio agosto, temo.

***

Sta a fà un 2003 più recidivo,

un callo afoso senza mai ‘na demo

de pioggia o temporale e qui me spremo

memoria de meningi a chi è più attivo.

***

Cor rischio siccità e de stà a l’asciutto

ché le riserve d’acqua nun sò eterne

bisogna da sperà ner “tempo brutto”.

***

Che ariempia fiumi e cormi le cisterne,

e arinfreschi l’aria dapertutto,

quinni quer “brutto” poco je concerne.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. E ce mancava giusto Polifemo,
    l’ennesimo anticiclone estivo,
    tremenno armeno pari a quer cattivo
    Lucifero de inizzio agosto, temo. … (continua)

    Comment di Stefano — 26 Agosto 2017 @ 07:42
  2. Per tutto l’inverno ho sentito gente lamentarsi del freddo. Adesso è estate fa caldo e sento i soliti lamenti: non ci sta mai bene niente! Purtroppo il clima è cambiato, e anche per colpa nostra!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 26 Agosto 2017 @ 09:54
  3. E’ propio vero che “Cristo manna er freddo o er cardo seconno li panni” Co’ tutti st’africani ch’ariveno a frotte, ce sta bene er cardo. Poi vojo vede’ che succede quanno ariva er “generale inverno”.
    Me sa che nun ce sarà bisogno de modifiche, consideranno quello che dice ‘n’indovino americano: entro ottobre deflagrerà ‘a terza guera e sarà rovina pe’ tutti.
    Penzo cher nun ce sarà da fa’ tanta questione pe’ er cambiamento de clima.

    Comment di 'svardo AsR'29 — 26 Agosto 2017 @ 10:33

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>