Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

12 Dicembre 2017

12 dicembre: la Madonna de Guadalupe

12 dicembre: la Madonna de Guadalupe

***

Er dodici dicembre è propio quello,

er giorno esatto de l’Apparizzione

de la Madonna a un indio e la reggione

è Guadalupe, in Messico, un ostello.

***

Lei volle un santuario in costruzzione,

che ottenne solo quanno, ar terzo appello,

 impresse a l’indio, ar candido mantello,

l’immaggine de Lei in orazzione.

***

Vedenno lì quer manto sì pittato

er vescovo credette a tutto er fatto

de l’indio a cui Maria avea parlato.

***

A cinquecento anni da quer patto

ner Tempio a Lei, ch’è santo e venerato,

er segno su quer manto è ancora intatto.

***

Stefano Agostino

___________________________

***

  1. Er dodici dicembre è propio quello,
    er giorno esatto de l’Apparizzione
    de la Madonna a un indio e la reggione
    è Guadalupe, in Messico, un ostello. … (continua)

    Comment by Stefano — 12 Dicembre 2017 @ 05:41
  2. E’ la Vergine più venerata al mondo, protettrice di tutte le Americhe e delle Filippine. Ho visitato una volta il santuario, che a Città del Messico chiamano “la Villa”, ed è molto suggestivo. C’è una devozione veramente speciale per la Madonna di Guadalupe, la sua immagine è presente sulla parete dietro al mio letto da una ventina d’anni.

    Comment by Silvio — 12 Dicembre 2017 @ 08:46
  3. Bello il sonetto in onore della Vergine di Guadalupe! Sono andata su Google e ho letto cose che non sapevo su questa storia.
    Buona Giornata!

    Comment by letizia — 12 Dicembre 2017 @ 11:03
  4. Grazie Stefano del sonetto sulla Virgin de Guadalupe. Pochi anni fa ho partecipato ad un incontro internazionale con gli specialisti messicani che studiano la “Tilma” e ho imparato molte cose. La Tilma (cioè il mantello fatto di tessuto vegetale ricavato dalla pianta di agave che in centroamerica cresce a dimensioni incredibili) è stata ritoccata diverse volte nella sua lunga storia, ma il volto no, non è mai stato ritoccato e dovrebbe essere quello originale del 1531. Una storia affascinante e sofggetta a grande devozione, sono milioni i pellegrini che ogni anno le fanno visita

    Comment by Pablo BigHorn — 13 Dicembre 2017 @ 09:44

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>