Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

24 Febbraio 2018

L’esperto

L’esperto

***

Appena che succede ‘na traggedia, 

c’è sempre da rivorgese a un esperto,

er competente, più sicuro e certo,

che ne sa più de tutta wiki-pedia.

***

Lui è perito, armeno quanno ha scerto

quer posto in cui sa eccelle pe la sedia,

ma nun perisce, come da commedia,

si predica più o meno ner deserto.

***

Lui si che conosceva quer probbrema,

che tu sapevi a stento che esistesse,

e er modo d’evitallo e cià ‘no schema.

***

Però me chiedo come mai pò èsse

che sorte fòri sempre e solo, a tema,

dopo che le traggedie sò successe.

***

Stefano Agostino

_____________________________

***

  1. Appena che succede ‘na traggedia,
    c’è sempre da rivorgese a un esperto,
    er competente, più sicuro e certo,
    che ne sa più de tutta wiki-pedia. … (continua)

    Comment by Stefano — 24 Febbraio 2018 @ 00:11
  2. …dopo che le traggedie sò successe”: è quello che mi chiedo anch’io! Dopo so’ tutti bravi a dire e a spiegare questo e quello! Sono solo chiacchieroni (a parte qualcuno).
    Buon Sabato.

    Comment by letizia — 24 Febbraio 2018 @ 13:01
  3. Succede spesso con i criticoni del calcio, specie se pseudo romanisti. Daje Roma Daje !!!

    Comment by Romamor ASR'29 — 24 Febbraio 2018 @ 18:43

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>