Roma in rima -  Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Romanamente

9 aprile 2018

Pioggia, vento e lunedì

Pioggia, vento e lunedì

***

Vabbè che sei già lunedì matina,

e che solo pe questo caschi male,

ma co la pioggia, er vento e er temporale,

te impegni p’èsse infame da vetrina.

***

‘Na vorta pe ‘gni sette sia normale,

che te presenti senza vasellina,

ma quanno t’accompagna l’acqua fina

sei giusto p’er governo nazzionale.

ééé

Ch’è ladro quanno piove dice er detto

a cui andrebbe aggiunta l’ora tua,

“si è pure lunedì, è un ladro perfetto”.

***

E anche er vento fà sentì la sua,

co pioggia e vento a completà er quadretto,

a lunedì … ma limortaccitua!

 ***

Stefano Agostino

____________________________

***

  1. Vabbè che sei già lunedì matina,
    e che solo pe questo caschi male,
    ma co la pioggia, er vento e er temporale,
    te impegni p’èsse infame da vetrina. … (continua)

    Comment by Stefano — 9 aprile 2018 @ 06:01
  2. Bongiorno Ste’, grazie pe’ sto sonetto; armeno me schiarisce ‘n pò sta giornata ‘nfame.

    Comment by 'svardo — 9 aprile 2018 @ 07:23
  3. Il brutto tempo è proprio il set perfetto per ogni lunedì mattina che si rispetti, oltretutto dopo la sconfitta della Roma…

    Comment by Silvio — 9 aprile 2018 @ 08:53
  4. Maammamia che giornata nera, di una tristezza infinita! e meno male che l’inter ha perso, se no sarebbe stata da suicidio!
    Comunque, nonostante tutto, auguro, per quanto sia possibile, un buon proseguimento.

    Comment by maria letizia — 9 aprile 2018 @ 10:50

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>