Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

9 Aprile 2019

Vive la vita

Vive la vita

***

Co te ciài da passà tutta la vita,

trattete bene, quinni, sei importante,

nun buttà via er tuo tempo e pìa er volante,

pe governalla, ché nun è infinita.

***

Da’ ascorto a ‘gni conzijo rilevante,

ma conta armeno sempre dieci dita,

prima de stà a seguillo si te svita

o senti che pe te nun è carzante.

***

Nun dico certo da èsse egoista,

tutt’artro, anzi, ma de stà in campana,

decidi te chi e cosa mette in lista.

***

E si ‘sta cosa t’arisurta strana,

me sa che invece der protagonista,

tu vòi fà la comparza, vero?  … TANA!!!

***

Stefano Agostino

__________________________

***

  1. Co te ciài da passa tutta la vita,
    trattete bene, quinni, sei importante,
    nun buttà via er tuo tempo e pìa er volante,
    pe governalla, ché nun è infinita. …

    Comment di Stefano — 9 Aprile 2019 @ 05:31
  2. “nun buttà via er tuo tempo e pìa er volante” è la sintesi del significato complessivo: assumere sempre il controllo diretto della nostra vita, magari anche sbagliando ma con la propria testa. Da protagonista, mai da comparsa.

    Comment di Silvio — 9 Aprile 2019 @ 09:32
  3. La Vita va vissuta in prima persona e in piena consapevolezza, altrimenti non è Vita!
    Buona Giornata.

    Comment di letizia — 9 Aprile 2019 @ 10:52

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>