Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

I sonetti romani,Schegge di vita

26 Maggio 2019

Dar Vangelo der giorno: ve mannerò un Conzolatore

Dar Vangelo der giorno:

“ve mannerò un Conzolatore”

***

“Me vòi amà? Osserva ‘sta Parola,

e er Padre mio te amerà pe questo,

e Io cor Padre anneremo presto

a pià dimora in te e a datte scòla.

***

Ve do la Pace, ma no co quer gesto,

co cui la dà er monno che ve sòla,

la Pace che do Io è una sola,

che viè da Dio e serve a tutto er resto.

***

Er Padre, quanno lasserò ‘sto monno,

Lui mannerà quaggiù er Conzolatore,

che nun ve lassi soli mai un seconno.

***

Ve dico questo perchè so’ er Signore,

e Me crediate adesso fino in fonno,

quanno che Me trafiggeranno er còre.

***

Stefano Agostino

_____________________

***

 

 

  1. “Me vòi amà? Osserva ‘sta Parola,
    e er Padre mio te amerà pe questo,
    e Io cor Padre anneremo presto
    a pià dimora in te e a datte scòla. …

    Comment di Stefano — 26 Maggio 2019 @ 09:02
  2. Lo Spirito di Dio è sempre nei nostri cuori, basta ascoltarlo!
    Buona Domenica.

    Comment di letizia — 26 Maggio 2019 @ 11:37

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>