Roma in rima - Sonetti e poesie in romanesco di Stefano Agostino

La Roma in rima,Stagione 2018-19

26 Maggio 2019

Roma – Parma

Roma – Parma: 2-1

***

La Roma batte er Parma, due a uno,

co go’ de Pellegrini e de Perotti,

er resto è lacrimoni ininterotti,

pe DDR che va via da ‘gnuno.

***

Perché è un pezzo de Roma a pagà scotti,

de scerte societarie da nessuno,

ché co stasera ce va via a ciascuno,

senza capì er motivo de ‘sti botti.

***

Grazzie de tutto, e mentre apri le vele,

ce lassi co le bocche unite in canto,

co un’amarezza che pare più fiele.

***

Si de ‘na cosa ciavemo rimpianto,

è nun avé tifato te, Daniele,

mai abbastanza, armeno tanto quanto.

***

Stefano Agostino

***

  1. La Roma batte er Parma, due a uno,
    co go’ de Pellegrini e de Perotti,
    er resto è lacrimoni ininterotti,
    pe DDR che va via da ‘gnuno. …

    Comment by Stefano — 26 Maggio 2019 @ 23:37
  2. Dopo Totti mi hanno rotto un altro pezzo di cuore! Maledetti andatevene.

    Comment by letizia — 27 Maggio 2019 @ 10:54
  3. Di fronte ai simboli delle società calcistiche ridotti ormai a meri brand commerciali, DDR rappresenta l’ultima vera bandiera che esce di scena per lasciare il posto al business duro e puro. E’ la fine di un’era. Spogliato del suo significato sportivo, il calcio non lo seguo quasi più.

    Sono inoltre nauseato da questo paese becero, capace di lasciarsi abbindolare da un affabulatore razzista, rozzo e arrogante, da un ignorante capace solo di seminare odio e paura, e di utilizzare simboli religiosi per fare propaganda politica. Sto facendo il countdown, sto smaniando, non vedo l’ora di poter abbandonare la nostra nazione banderuola senza dignità né identità!

    Comment by Silvio — 27 Maggio 2019 @ 11:03
  4. Ieri c’ero in questo abbraccio infinito, iniziato da sempre che per sempre durerà… prima la nostra nascita e dopo la nostra dipartita. L’abbraccio per la ASRoma.
    Ho pianto e allo stesso tempo avevo i brividi, nessuno scudetto e nessuna coppa potrà mai darmi un’emozione più grande.
    Fin qui ci sta. E’ straordinario ma ci sta.
    Quello che non mi aspettavo è che oggi, a mente fredda, ho guardato il film https://www.asroma.com/it/notizie/2019/05/video-il-saluto-a-daniele-de-rossi
    Certamente mi offre una prospettiva diversa, qualche dettaglio in più di quanto ho visto ieri.
    Ma niente, stessi brividi e stesse lacrime, ancora una volta.
    E ora? Seguiamo l’invito di DDR16:soffiamo tutti insieme, come abbiamo fatto dopo Santarini, dopo Dibba, dopo Ancelotti, dopo Conti, dopo Giannini, dopo Aldair, dopo Totti.

    Comment by Pablo BigHorn — 27 Maggio 2019 @ 17:02
  5. Credevo di aver finito le lacrime ieri sera, ma ho ricominciato vedendo il video.

    Comment by letizia — 27 Maggio 2019 @ 17:52
  6. Silvio, ancora una volta analisi perfetta per quanto concerne Calcio e Paese.
    La dipartita di Totti prima e adesso de DDR sono decisamente……. la fine di un’era.
    E’ triste leggere il tuo commento e dover ammettere……. che hai ragione!

    Comment by romano cb — 28 Maggio 2019 @ 04:16

Leave a comment

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

You can use these XHTML tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>